13/07/2024

Purchè se ne parli…va bene lo stesso e, comunque, va confermato il successo di quello che si è imposto da cinque anni a questa parte come uno degli eventi più glamour,  fashion  ed originali per la città di Udine.
Di punto in bianco, il white dinner collettivo lanciato dall’agenzia di creativi Emporio ADV, capitanata da Enrico Acettola, ha raggiunto quota 5000 mila iscritti, senza contare i numerosi portoghesi che si sono infilati, sempre vestiti total white.
DSC_0108 (Small)
Quest’anno la location, inusuale rispetto alle precedenti collocate nel pieno centro storico della città, ha provocato qualche polemica tra i partecipanti, essendo stato rivelato in anticipo il luogo dell’evento dall’ inopportuno messaggio lanciato da un blogger locale , rovinando così un fondamentale passaggio dell’evento, l’effetto sorpresa che doveva arrivare via sms e via mail agli iscritti, ma il disturbo mediatico non ha fatto danni più di tanto.
DSC_0169 (Small)

Viale Venezia, una delle principali arterie di entraa ed uscita alla citta nella sua parte iniziale parte inziale partendo da piazzale Luglio, è stata blindata in entrambe le direzioni per una lunghezza complessiva di un chilomentro e 300 metri ( 650 metri per corsia ) e per una larghezza di 14 metri, che si sono completamente riempite di ogni sorta di tavolo imbandito, vettovaglie, leccornie varie e sopratutto persone. 580 i tavoli presenti per una media di 10 persone per tavolo ma si sono raggiunti anche i 50, con persone arrivate anche dall’estero, Austria, Germania e Brasile ad esempio, ma anche da province italiane lontane come Caltanissetta.
DSC_0276 (Small)
Tutto rigorosamente bianco. Bandita la plastica per lasciar posto a bicchieri in vetro o cristallo e piatti di porcellana e ceramica. Qualcuno si è chiesto polemicamente se il prossimo anno di punto in bianco si farà in tangenziale, ma le battute velenose sono state zittite dal colpo d’occhio e dal calore sprigionati dall’evento, anche senza la cornice di palazzi storici.
DSC_0236 (Small)
Una scelta, quella di Viale Venezia, motivata sia per ragioni di capienza – visto il numero dei partecipanti – e di conseguenza per motivi di sicurezza, sia per garantire il massimo divertimento con spazi comodi e aree destinate all’afflusso e deflusso delle persone. Un luogo originale anche perchè – ha precisato Emporio – altrimenti impossibile da utilizzare in questo modo durante la quotidianita. L’organizzazione, su sollecitazione della Questura, ha posto enormi blocchi di cemento sui punti in tutti i punti di accesso all’area, controllati anche da più pattuglie di agenti Italpol e dai vigili urbani. Ben 59 le persone dello staff. Messe in campo da Emporio ADV.
IMG_3465 (Small)

“L’evento si conferma come attrattivo per la città viste le partecipazioni sempre entusiastiche – commenta Alessandro Venanzi, Assessore alle Attività Produttive e al Turismo del Comune di Udine – e quello che ci è piaciuto di più è che consente di costruire spazi aggregativi in luoghi inusuali. Quest’anno ne abbiamo avuta la dimostrazione più eclatante: viale Venezia è diventato uno spettacolo a cielo aperto, molto diverso da quello che si vede tutti i giorni”.
IMG_8739 (Small)

Viale Venezia un tempo era luogo di ritrovo e passeggio – rincara con entusiasmo Enrico Accettola, presidente di Emporio ADV“- Secondo le nostre ricerche nessuno ha mai organizzato una cena se non un’associazione ciclistica moltissimi anni fa, una quarantina. Abbiamo voluto che il nostro “popolo” di affezionati si riappropriasse di un’area che vede pochi esseri umani e molto traffico”.
IMG_3881 (Small)

Poco dopo le 20.30 il colpo d’occhio era davvero emozionante con una vasta distesa candida a illuminare il viale.
Fra i partecipanti come sempre si è accesa una divertente competizione per il vestito e l’outfit più originale. A farla da padrone le tavole a banchetto imbandite con dettagli sofisticati, tulle, tovaglie di fiandra, candelabri e centrotavola con fiori freschi. Gabbie, lanterne, candele e decorazioni eleganti sono apparse pian piano lungo la via. Non sono mancati i dettagli shabby chic, anche agresti. Hanno colpito il pubblico anche le ambientazioni marine con in stile nordico con tanto di sdraio reti e ombrelloni. Per quel che riguarda l’outfit bandita la cravatta, spazio al papillon. Le ragazze si sono curate in maniera particolarmente sofisticata. Ma si sono visti anche pittori, orsi polari, costumi hawaiani con fiori e gonne di paglia (anche uomini), damerini dell’ottocento, angeli e farfalle.
IMG_8609 (Small)
Come l’anno scorso a riscaldare gli animi la scatenata performance di Loira Linda, dj padovana protagonista nei migliori club d’Europa. La piazza è esplosa all’ora stabilita grazie al mare di stelle (tradizionalmente conosciute con il nome di “fusette”) che ha fatto brillare l’aria offrendo un istante di puro spettacolo.
IMG_8744 (Small)

E’ stato anche un Di Punto in Bianco solidale grazie alla presenza dei volontari del Comitato provinciale dell’Unicef di Udine che hanno raccolto fondi per il secondo anno consecutivo grazie alle Pigotte “in bianco”. Fondi che saranno devoluti in favore di progetti a sostegno dei bambini delle popolazioni colpite pochi giorni fa dal terremoto nell’Italia Centrale.

L’organizzazione ha anche appoggiato la raccolta fondi istituita dal Comune di Udine insieme a Credifriuli e ha chiesto alle migliaia di persone presenti ad essere solidali con le popolazioni del terremoto che stanno vivendo una tragedia così simile a quella che colpì il Friuli 40 anni fa. Il conto corrente a cui fare riferimento per le donazioni è questo: “Terremoto Italia Centrale” (Iban formato italiano IT 78 L 07085 12302 K01041001023 – Iban formato internazionale IT78 L070 8512 302K 0104 1001 023).

La partecipazione alla manifestazione, che ha il Patrocinio del Comune di Udine, è gratuita dal primo anno grazie anche al supporto di sponsor quali Dipo, CDA, CDA Lounge Bar, Eurocar, Sereni Orizzonti, Euro & Promos, Curves, Glp, Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, Saita e UnipolSai Agenzia Udine Castello e dei technical supporter Italpol, H2Web, Out Escape Room, Grafitalia, KOKI, Mec 4 You, Piroblu, Cavò, Vivaradio e Radio Company

Share Button

Comments are closed.