27/09/2022

Trieste, 27 lug – “Il progetto rappresenta un’eccellenza nell’ambito delle infrastrutture presenti sul mercato domestico, in considerazione sia delle caratteristiche geografiche, sia per i volumi di traffico consolidati”. È questo uno dei passaggi della nota ufficiale con cui la Cassa Depositi e Prestiti(CDP) ha annunciato oggi il “via libera” al finanziamento della Terza corsia dell’autostrada A4  Trieste-Venezia, come sottolineano gli assessori regionale alle Finanze Sandra Savino e alle Infrastrutture Riccardo Riccardi.
“Ci affidiamo – dicono Savino e Riccardi – al giudizio della CDP, aggiungendo soltanto che l’esito della decisione s’illustra da se.Raggiungiamo un risultato straordinario al termine di una fase
molto complessa, piena di ostacoli e nella quale si sono inserite variabili imprevedibili, a volte addirittura irresponsabili”. Queste considerazioni dei due assessori arrivano al termine del Consiglio di amministrazione della CDP, nel corso del quale la  banca dello Stato ha “promosso con chiarezza – dicono – l’impostazione predisposta all’inizio della legislatura per realizzare un’infrastruttura strategica per l’intero Paese grazie
alla quale il Friuli Venezia Giulia evita il suo isolamento”. “C’è dunque chi si fida di te e del tuo lavoro al punto di
affidarti fino a 1,5 miliardi di euro: crediamo che questa sia la miglior risposta – osservano i due assessori – a tutte le critiche che volevano mettere in discussione la realizzazione di
un’opera vitale della nostra Regione.”
“E non vanno dimenticati tutti coloro che in questi mesi si sono impegnati per questo obiettivo e ai quali – concludono – vogliamo esprimere la gratitudine dell’amministrazione regionale”.
ARC/Com/PF

271721 LUG 12

REPLICA DELL’ONOREVO ETTORE ROSATO  

“Tutti gli esponenti del Partito democratico hanno lavorato e lavorano con responsabilità perché la terza corsia si faccia: quelle di Savino e Riccardi sono accuse strampalate”. Lo afferma il deputato del Pd Ettore Rosato, replicando gli assessori regionali alle Finanze, Sandra Savino, e alle Infrastrutture, Riccardo Riccardi, i quali hanno parlato di variabili ‘irresponsabili’ inserite nell’iter per la realizzazione della terza corsia dell’autostrada A4.
Secondo Rosato “la decisione di Cassa depositi e prestiti è una buona notizia, perché apre una concreta prospettiva alla realizzazione dell’opera. Un’opera che – sottolinea – non avrebbe mai cominciato a vedere la luce senza il lavoro del presidente Illy e della sua giunta”.
“Abbiamo il dovere, almeno noi, di preoccuparci – aggiunge Rosato – delle molte incognite sull’enorme debito che peserà addosso ai cittadini del Friuli Venezia Giulia, così come delle inevitabili conseguenze del raddoppio del pedaggio voluto dal centrodestra – conclude – per cittadini e imprese”.


Share Button

Comments are closed.