13/05/2021

Di Marco Mascioli 

A San Giorgio di Nogaro (UD), grazie alla collaborazione tra l’amministrazione comunale, la parrocchia e alcune associazioni, sono riusciti anche in quest’anno disgraziato a organizzare i centri estivi anche in alcune frazioni.  

Iniziati a fine giugno per diverse settimane e ripresi a fine agosto con la grande manifestazione di chiusura, le settimane di camp estivi rappresentano sicuramente una boccata d’aria per le famiglie, soprattutto per i genitori lavoratori, ma soprattutto sono stati un’opportunità di apprendimento, divertimento e socializzazione per i ragazzi. 

Dopo un anno scolastico troncato a poco più di metà, costretti a rimanere in casa isolati, anche se alcuni hanno avuto modo di vedersi tramite internet per le lezioni on line, i centri estivi sono stati un evento importante per divertirsi, socializzare, ma anche imparare a stare con i loro amici in sicurezza, relazionandosi nel rispetto del distanziamento interpersonale. 

Bilancio più che positivo per la prima edizione del camp estivo post Coronavirus, anche per i giovani animatori che insieme agli adulti dell’associazione Famiglia di Famiglie, famosi perché ogni anno riesce ad accogliere alcuni bambini con particolari difficoltà provenienti dalla Bielorussia, che ancora oggi vivono gli effetti del disastro nucleare di Chernobyl avvenuto nel 1986. Hanno iniziato vent’anni fa, per un bel gruppo di bambini, consentendogli di venire a trascorrere alcuni giorni di vacanza nei Comuni della Bassa Friulana. 

Capitanati dall’irrefrenabile Giorgio Miolo, tutti gli animatori hanno appreso come trasferire ai più piccoli la voglia d’imparare qualcosa di nuovo grazie ai corsi di botanica, inglese, ritmica, D.J., stampa, cinofilia, educazione stradale e perfino giornalismo. 

Non semplice la gestione delle attività durante le bollenti  giornate estive, mantenendo le distanze, le mascherine, alternando momenti di gioco e di ballo scatenato a lezioni in aula o sotto il tendone, grazie alle strutture della parrocchia, dietro la chiesa di Zellina di San Giorgio di Nogaro che consentono grandi spazi per qualsiasi attività. 

La scorsa settimana l’evento conclusivo. I bambini insieme agli operatori e di fronte alle loro famiglie, con tutti gli animatori, hanno dato dimostrazione delle attività svolte in questi giorni di camp. Attività ludiche ma anche educative e formative rivolte ai bambini e ragazzi, salutati anche dal Sindaco Roberto Mattiussi, dal vicesindaco Enzo Bertoldi e dal don Nicola Degano. 

Tutti i partecipanti hanno sfilato prima dell’ammaina bandiera, seguendo l’esempio dei militari del Gruppo Alpini San Giorgio di Nogaro, regalando a tutti i presenti, con i genitori in prima fila, emozioni indescrivibili. 

Share Button

Comments are closed.

Cheap Tents On Trucks Bird Watching Wildlife Photography Outdoor Hunting Camouflage 2 to 3 Person Hide Pop UP Tent Pop Up Play Dinosaur Tent for Kids Realistic Design Kids Tent Indoor Games House Toys House For Children