18/08/2022

La novità “prevista” è che le radio del gruppo Sphera Holding, rappresentate in Friuli da centro media Vivaradio, confermano nel primo semestre del 2022 una ripresa già avvertita nel secondo semestre del 2021. Lo indicano chiaramente le indagini Radio Ter a cui si sottopongono quelle radio per certificarsi agli occhi dell’opinione pubblica e degli investitori. Chi per sua scelta “rimane fuori dagli esami periodici” rimane escluso da un meccanismo certificatorio che è l’unico strumento per gli investitori pubblicitrari (seri) per poter scegliere sulla base di dati e non di fantasie e spesso frottole sui propri primati.

Premesso ciò e tornando al primo semestre di quest’anno i dati elaborati dal Tavolo Editori Radio

ci dimostrano che, in particolare, nel giorno medio d’ascolto, l’incremento delle emittenti che fanno capo al Gruppo Spera Holding rispetto al primo semestre 2021 è dell’11% nell’area Veneto + Friuli Venezia Giulia dove totalizzano 809.000 ascolti, con un significativo +15% in Veneto per un totale di 701.000 ascolti, con Radio Company (319.000 ascolti e +15%) che guadagna una posizione nel rank passando al secondo posto, e con crescite importanti per Radio Wow (56.000 ascolti e +56%), Radio Padova (104.000 ascolti e +24%) e Easy Network (67.000 ascolti e +22%) e con una sostanziale stabilità di Radio 80 (143.000 ascolti).

I risultati positivi maturati grazie a scelte editoriali ed artistiche ma anche alla presenza sul territorio come mai avvenuto prima, grazie a partnership con i più importanti punti di ritrovo delle nostre spiagge e città,si riflettono sulle performance del centro media Vivaradio che da gennaio a maggio 2022 riesce a fare meglio ( + 6,3 %) della media nazionale (+3.6% dati Nielsen) nella raccolta pubblicitaria.

Il gruppo Klasse1 nel Veneto è stabile (-1% contro +15% delle emittenti Sphera Holding) con un totale di 1.026.000 ascolti con perdite significative di Birikina (-11%), superata da Company, e di Sorriso (-12%). Grazie ad un dato positivo in Friuli Venezia Giulia, il complessivo Veneto+ Friuli Venezia Giulia risulta sostanzialmente stabile (+2% contro il +11% di Sphera Holding) a quota 1.248.000 ascolti.

Tutte le emittenti di Klasse1 hanno una copertura su entrambe le regioni e su tutte le province, oltre a rimarcare che quasi il 30% dell’ascolto del gruppo viene registrato nella fascia +64 anni.

Consistente infine anche la crescita del Gruppo editoriale Sphera Holding nel quarto d’ora medio (AQH) che si attesta a +17%. Da segnalare le performance di Radio Wow (+50%), Radio Padova (+30%) e di Radio Company (+18%).

Di rilievo e meritevole di annnotazione una nuova iniziativa di Sphera Holding, che ha lanciato la piattaforma Streammo. La prima del genere intrapresa da un gruppo di emittenti areali.

In questa piattaforma on line , scaricabile gratuitamente dagli store, è presente l’informazione generalista e tematica, sia a livello locale che nazionale, è possibile ascoltare live tutte le emittenti radiofoniche del gruppo, una ventina di radio tematiche, nonchè i podcast dei programmi più importanti. “Per gli ascoltatori ed investitori è uno strumento all’avanguardia del presente e del futuro già pienamente operativo – ha commentato il C.E.O. di Sphera Holding, Mattia Comin – che ben rappresenta le nuove modalità di fruizione della radio”

“Anche se data come defunta per molte decine e decine di volte” – chiosa il founder di Vivaradio Cesare Di Fant ” Dati e vitalità degli imprenditori dimostrano ancora una volta che la radio resta sempre un punto fermo nella vita quotidiana sia in Italia che in tutta Europa, sia con il classico ascolto Fm principalmente in auto, che con il più versatile ascolto streaming attraverso smartphone pc e tablet”. Le campagne di comunicazione in radio fanno bene alle aziende che vogliono crescere.

Share Button

Comments are closed.