14/06/2024

Trieste – Nel sistema Its il Friuli Venezia Giulia primeggia a livello nazionale per il numero di studenti rispetto alla popolazione, per i fondi che riesce a mettere a disposizione e per la qualità di un’offerta formativa che consente di essere ai vertici delle classifiche. Gli istituti tecnici superiori rappresentano la sintesi perfetta e il modo migliore per approcciare il cambiamento – un vero e proprio salto nella storia – che stiamo vivendo. Prima del Covid la transizione digitale era lentissima. Già oggi l’intelligenza artificiale sta iniziando a modificare tutti i precedenti paradigmi della nostra società.
Questo il concetto espresso dall’assessore regionale al Lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia nel corso dell’evento “I percorsi Its in Fvg: caratteristiche, potenzialità e sinergie con il mondo delle imprese”, organizzato a Trieste dalle quattro Fondazioni Its del Friuli Venezia Giulia.
Finalizzata a promuovere l’offerta delle scuole ad alta specializzazione tecnologica per l’anno 2023/2024, l’iniziativa ha rappresentato anche l’occasione per una riflessione condivisa sul futuro su queste opportunità formative ancora poco conosciute, sullo sviluppo dell’occupazione nel nostro territorio e sulle esigenze delle imprese di competenze sempre più elevate.
Nel corso della mattinata è stato ricordato che le piccole e medie imprese e i settori interessati da innovazioni tecnologiche e dalla internazionalizzazione dei mercati esprimono una costante e incessante richiesta di tecnici superiori, in possesso di specifiche conoscenze culturali coniugate con una formazione approfondita e mirata.
Richieste ampiamente soddisfatte dal sistema Its del Friuli Venezia Giulia: tutti i tecnici superiori hanno mediamente un tasso di occupazione che supera l’80%, in quanto i percorsi sono progettati e gestiti in stretta collaborazione con il sistema produttivo regionale.
Le quattro Fondazioni Its Accademy del Friuli Venezia Giulia si sono specializzate nelle “Nuove tecnologie per il made in Italy, indirizzo per l’industria meccanica ed aeronautica” al Malignani di Udine; nelle “Tecnologie dell’informazione e della comunicazione Alto Adriatico” al Kennedy di Pordenone; nelle “Nuove tecnologie della vita” al Volta di Trieste; in “Accademia nautica dell’Adriatico nell’area mobilità sostenibile” al Nautico di Trieste.
La Regione finanzia ogni anno circa 16-17 percorsi Its biennali, della durata di 2000 ore, compreso uno triennale della durata di 3000 ore nell’area della mobilità sostenibile. In questo momento sono 736 gli studenti iscritti. Dal 2011 sono già 1662 le ragazze e i ragazzi che hanno ottenuto il titolo di tecnico superiore.
Per quanto riguarda il biennio 2022-24 sono state finanziate 17 offerte formative, per un ammontare complessivo di 5 milioni e 916mila euro, di cui 3.513.852 euro provengono dal Fondo sociale europeo (Fse), mentre i restanti 2 milioni e 400 mila euro sono assicurati dal Ministero e dalle Fondazioni Its, che devono garantire un co-finaziamento pari al 9%.

Share Button

Comments are closed.