16/06/2024

Il centro commerciale Tiare di Villesse è molto grande e ha un parcheggio enorme. Tutto il piano terra è riservato alle auto e all’esterno gli spazi sono infiniti. Così per l’ennesima iniziativa di collaborazione hanno ritenuto opportuno utilizzare parte dei parcheggi per “Uniti per la sicurezza stradale, “Sapere è meglio che improvvisare” ®. 

Un progetto giunto all’ottavo anno, che vede la collaborazione tra il settore pubblico e quello privato per la promozione della cultura della guida e della prevenzione dei rischi attraverso una serie di attività pratiche (esercitazioni di guida sicura a fianco di istruttori professionisti, campo scuola Bike “imparare i cartelli stradali” dedicato ai bambini) e teoriche (interventi degli operatori specializzati della Polizia di Stato). Ideata dal suo promotore Massimiliano Bertocci, assieme a Full Sport Car e BM Sport&Drive, l’iniziativa vede da sempre la collaborazione della Polizia di Stato e della Polizia Locale e per la prima volta, sabato 16 e domenica 17 ottobre coinvolge anche il Meeting Place Tiare Shopping di Villesse (GO), con un nutrito programma di iniziative gratuite, differenziate a seconda delle età, attraverso le quali diventare utenti della strada più preparati e consapevoli.

Salute e benessere, insieme alla sostenibilità, sono da tempo valori fondamentali per il Meeting Place Tiare Shopping di Villesse (GO) che per questo s’impegna costantemente per promuovere iniziative che aiutino la collettività a riconoscere l’importanza di adottare stili di vita che li includano. In questo contesto, non poteva quindi mancare anche la partecipazione a un percorso che aiuti i visitatori del centro e la collettività che lo circonda a comprendere quanto la sicurezza stradale dipenda dal comportamento di ciascuno di noi e quanto  faccia realmente la differenza una maggiore consapevolezza delle tecniche di guida responsabile e delle dinamiche già degli incidenti stradali negli adulti e del significato dei cartelli stradali e di come affrontare i percorsi in bicicletta nei più giovani.

“Riteniamo sia nostra responsabilità agevolare il più possibile le persone a scegliere uno stile di vita salutare. Con l’adesione all’iniziativa UNITI per la SICUREZZA STRADALE “Sapere è meglio che improvvisare” Tiare Shopping conferma il suo impegno per aiutare il maggior numero possibile di individui del nostro territorio ad essere più consapevoli e più attenti quando frequentano le strade, come pedoni, come ciclisti, come automobilisti e aiutare a ridurre il numero di incidenti e contenerne le conseguenze” afferma Giuliana Boiano, Direttore del Meeting Place Tiare Shopping.

UNITI per la SICUREZZA STRADALE “Sapere è meglio che improvvisare” al Meeting Place Tiare Shopping era in programma sabato 16 e domenica 17 ottobre, dalle ore 9.00 alle ore 19.30, e prevedeva: prove pratiche gratuite di guida sicura in cui i partecipanti poterono esercitarsi grazie a istruttori professionisti della BM Sport&Drive su di un percorso appositamente allestito; interventi degli operatori specializzati della Polizia di Stato che illustravano filmati sulle dinamiche degli incidenti stradali, impartendo consigli per una guida più responsabile; il campo scuola Bike “imparare i cartelli stradali” dedicato ai bambini; un percorso da affrontare con le biciclette, assistiti da istruttori e dagli agenti della Polizia Locale. A impreziosire gli eventi la presenza della Lamborghini Huracan della Polizia di Stato, allestita nello specifico con apparecchiature sofisticate per il rilevamento in corsa della velocità e l’individuazione delle auto rubate, impiegata anche per la vigilanza autostradale e in caso di emergenze come per il trasporto di organi e sangue. 

UNITI per la SICUREZZA STRADALE “Sapere è meglio che improvvisare” è stata organizzato con il patrocinio e la partecipazione della Polizia di Stato e promossa dalla Regione Friuli Venezia Giulia, con il Comune di Villesse (GO) e di Trieste, dell’Automobile Club Gorizia, di Confindustria Alto Adriatico, di Confartigianato FVG e di Autovie Venete. Oltre ai mezzi e al personale della Polizia di Stato c’era la Polizia Locale di Villesse e di Gorizia, particolarmente disponibili e pazienti con i giovanissimi ciclisti. 

I bambini facevano la coda entusiasti della possibilità di fare l’esperienza con la bicicletta nel circuito con  semafori e i segnali stradali, mentre i grandi hanno consumato con gli occhi la Lambo azzurra a forza di guardarla. 

Forse è stato un caso, oppure una peculiarità di noi adulti, ma non sono stati molti i patentati che hanno ritenuto opportuno seguire il corso di sicurezza stradale, magari preferendo bere alcolici al bar. Un peccato non abbiano colto la possibilità di verificare, gratuitamente, le loro conoscenze e competenze alla guida, dato che nel 2019 sono stati 172.183 gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia, ma dai dati PASSI 2016-19, emerge che in Friuli Venezia Giulia 7 intervistati su 100 hanno guidato sotto l’effetto dell’alcol (avevano assunto due o più unità alcoliche un’ora prima di mettersi alla guida) e altre 5 persone su 100 hanno dichiarato di essere state trasportate da un conducente sotto l’effetto dell’alcol (forse gli altri preferiscono mentire?). 

Share Button

Comments are closed.