14/06/2024

Occasioni di business e aggiornamento professionale per tutti gli operatori della filiera del vino Con oltre 300 marchi tra leader internazionali e piccole aziende innovative, R.I.V.E 2023 offre una panoramica sulle novità dei settori viticoltura, meccanizzazione ed enologia È in programma l’8, 9, 10 novembre 2023 alla Fiera di Pordenone la quarta edizione di R.I.V.E., Rassegna internazionale di viticoltura ed enologia, unica fiera italiana specializzata sulla filiera del vino. L’ingresso è gratuito con registrazione in fiera o nel sito www.exporive.com.

La manifestazione può contare su una squadra di lavoro prestigiosa:

FEDERUNACOMA Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l’Agricoltura e FEDERACMA, Federazione Italiana delle Associazioni Nazionali dei Commercianti Macchine e delle ACMA Territoriali, affiancano Pordenone Fiere come partner organizzativi della manifestazione, CiviBank e BCC Pordenonese e Monsile sono le banche partner di RIVE, Assiteca è partner assicurativo, ERSA Friuli Venezia Giulia, ITA (Italian Trade Agency) Camera di Commercio di Pordenone e Udine sono partner.

ENOTREND, il programma di convegni tecnico scientifici di RIVE è co-organizzato con Fondazione Friuli.

LA MANIFESTAZIONE – Dalla vite al vino, la fiera presenta le migliori tecnologie, prodotti, materie prime, servizi, tecniche nei settori di riferimento: vivaismo viticolo, viticoltura, vinificazione, commercializzazione del vino, enologia. Non solo un’occasione di business e di incontro commerciale tra gli operatori del settore vitivinicolo ma anche un momento di aggiornamento per le aziende del settore su tutte le innovazioni in campo tecnico e tecnologico: è questo il format di successo di RIVE che ha portato la manifestazione a diventare in 4 anni piattaforma di eccellenza a livello internazionale per l’industria vitivinicola. RIVE ha registrato una costante crescita di edizione in edizione nel numero degli espositori tanto che nel 2023 ci saranno in fiera 250 aziende e più di 300 marchi. Dai leader internazionali, alle piccole medie aziende innovative, i visitatori troveranno in fiera una carrellata delle ultime novità nei settori viticoltura/vivaismo, meccanizzazione, enologia.

RIVE occupa otto padiglioni espositivi per in totale di circa 25.000 mq. è la prima manifestazione di Pordenone Fiere ad utilizzare i padiglioni 5bis e 5 ter, due nuove strutture mobili che coprono un’area complessiva di oltre 3.560 mq. adiacenti all’ingresso centrale del quartiere fieristico.

Attesi visitatori da tutta Italia (sono già prenotate visite di gruppo da Sicilia, Calabria e Puglia) e dall’estero con delegazioni organizzate in collaborazione con l’agenzia ITA ICE da Marocco, Polonia, Georgia, Ungheria, Lituania. Confermato il filo diretto con la Serbia da cui già nell’edizione 2021 erano arrivati molti operatori in visita. Le aspettative sono per un’edizione da record visto che le registrazioni nel sito già hanno superato il numero di visitatori dell’intera edizione 2021.

Soddisfatto il presidente Renato Pujatti, che ha confermato l’impegno a spingere con ancora più decisione sul pedale dell’internazionalizzazione. “La nostra volontà – commenta – è quella di alzare sempre più l’asticella fino a proporre R.I.V.E. nei grandi circuiti europei delle fiere sulla filiera del vino. Questi tre giorni saranno molto ricchi anche dal punto di vista tecnico-scientifico – continua Pujatti – per l’altissimo livello degli incontri nel programma di ENOTREND, format di aggiornamento culturale che accompagna la manifestazione e per le innovative tecnologie mostrate all’opera nelle prove dei macchinari su campo.”

IL PROGRAMMA – Due infatti sono gli eventi di interesse della manifestazione che fanno da contorno alle aree espositive e che daranno informazioni a 360° agli operatori in visita alla ricerca di aggiornamenti scientifici e tecnico operativi per la propria professione. Il primo è Enotrend, uno spazio organizzato in collaborazione con Fondazione Friuli che mette in programma circa 50 incontri nelle 3 giornate di manifestazione all’interno di 5 sale: Sala Vite, Sala Vino, Sala Friuli Venezia Giulia all’interno dei padiglioni espositivi, Sala Zuliani e Sala Superiore nel Centro Congressi.

Un importante convegno a cura del Comitato Scientifico di RIVE è in programma giovedì 9 novembre 2023 all’interno della Sala Friuli Venezia Giulia nel padiglione 5ter e analizzerà due importanti aspetti legati al titolo “L’EVOLUZIONE TECNOLOGICA IN VITICOLTURA: opportunità e vincoli”. Nella sessione mattutina, dalle 10.00 alle 12.30, si tratterà un tema di stretta attualità: “Verso una viticoltura sostenibile con meno acqua”. Nella sessione pomeridiana dalle 14.30 alle 17.300 sarà trattato il tema: “Dimezzare l’uso dei fitofarmaci entro il 2030: un obiettivo raggiungibile?”. I relatori cercheranno di spiegare come conciliare le istanze ambientali e la sostenibilità economica affrontando il problema da più punti di vista: patologico (prodotti in sostituzione dei fitofarmaci di sintesi), genetico (la selezione di specie più resistenti), meccanico, (uso di robot e tecnologie digitali).

Sono previsti interventi accademici ed istituzionali per inquadrare lo stato attuale, le prospettive, i possibili scenari ma l’incontro avrà un taglio molto pratico e finalizzato a dare nozioni concrete che possano aiutare nelle scelte il viticoltore. CiviBank e BCC Pordenonese e Monsile sono le banche partner di RIVE. BCC Pordenonese e Monsile sarà presente con uno stand dedicato al Padiglione 5 e presenterà nella giornata di venerdì 10 novembre nella Sala Zuliani (Centro Congressi -1°piano) un convegno dal titolo SVILUPPARE E CONSOLIDARE LA TUA IMPRESA GUARDANDO AL FUTURO: la gestione del rischio e il merito creditizio, tra sostenibilità e cambiamento climatico.

ERSA FVG

parteciperà a RIVE con un proprio stand istituzionale per la presentazione delle attività svolte a

supporto del settore vitivinicolo regionale e con un’area convegnistica, dove verranno proposti

incontri dedicati all’approfondimento delle attuali emergenze fitosanitarie regionali e alla divulgazione di conoscenze relative allo sviluppo di tecniche agronomiche innovative e sostenibili. Nel corso del convegno inaugurale di mercoledì 8 mattina, sulla gestione della nuova PAC in Friuli Venezia Giulia, sarà presentato il nuovo Organismo pagatore regionale degli aiuti in agricoltura per il Friuli Venezia Giulia OPR FVG, istituito nell’ambito di ERSA e da poco riconosciuto dal Ministero per la gestione e il controllo dei pagamenti diretti del fondo europeo agricolo di garanzia (FEAGA) e quelli dello Sviluppo rurale sostenuto dal fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

Un’anteprima della viticoltura 4.0 andrà in scena a Dynamic RIVE, programma di prove dinamiche su campo delle macchine organizzato da Pordenone fiere in collaborazione con Edizioni L’Informatore Agrario nel padiglione 6. Un’ora di show durante il quale i cantieri di lavoro sfileranno tra i filari di un vigneto allestito appositamente, con il commento tecnico dei rappresentanti delle aziende. Nel settore della protezione della vite verranno presentate le tecnologie in grado di assicurare un’ottimale copertura della vegetazione e ridurre, al contempo, il fenomeno della deriva fondamentale in un’ottica di gestione sostenibile dei trattamenti fitosanitari. Nel settore della gestione dell’interfila sarà possibile vedere all’opera le migliori tecnologie in grado di assicurare un diserbo meccanico localizzato e rispettoso dei filari.

LE DEGUSTAZIONI – Le giornate di fiera si concluderanno sempre con una degustazione di vini a cura di Rosa Prisciandaro, sommelier AIS e collaboratrice slow food. L’8 novembre alle ore 16.30 nella Sala Vino (pad. 2) i protagonisti saranno “Porto e cioccolato  la coppia perfetta. L’eccellenza del vino portoghese incontra le sfumature del cioccolato italiano”. Carlos Santos AD di Amorim Cork Italia ci parlerà del Porto e della sua storia che rende il Portogallo conosciuto in tutto il mondo per questo vino particolare e fortificato. Rossana Bettini  autrice del  libro “Cioccolato Rivelato”, verrà intervistata dal direttore del Gazzettino  Roberto Papetti con la presenza anche di Giuseppe Faggiotto titolare di Peratoner che ha preparato gli abbinamenti con i suoi fantastici cioccolati. Rosa Prisciandaro guiderà questa esperienza unica attraverso le degustazioni  del Porto di annate diverse con il cioccolato fondente di differenti percentuali di cacao amaro.  La dolcezza del vino Porto che contrasta con il cioccolato fondente leggermente amaro è un abbinamento vincente che risulterà una armonia unica. Il titolo della degustazione in programma il 9 novembre (Sala Vino ore 17.00) è “Piwi o non Piwi” è avrà come protagonisti i vini bianchi da vitigni resistenti e non. Due etichette saranno messe a confronto con un vitigno autoctono e molto amato in Friuli per dare un giudizio su queste novità nel campo vitivinicolo.  Le protagoniste della degustazione in programma il 10 novembre alle ore 16.30 nella Sala Vino saranno le bollicine rose’. La partecipazione alle degustazioni è gratuita su prenotazione nel sito www.exporive.com

Share Button

Comments are closed.