11/06/2024

UDINE, 28 dicembre 2022 – Sono complessivamente 3.152 nel 2022 i beneficiari di finanziamenti del Programma  di Sviluppo Rurale FVG 2014-2022 a usufruire delle risorse erogate dalla Regione e dai Gal, che hanno permesso  di superare mediamente del 15%, gli obiettivi di spesa annuali, fissati per evitare il disimpegno dei fondi, con il  conseguimento del target a luglio. Lo rende noto l’assessore regionale alle Risorse Agroalimentari, forestali, ittiche  e montagna Stefano Zannier, tracciando a fine anno insieme all’Autorità di Gestione del PSR un bilancio delle  attività svolte.

 Soffermandosi   sul piano strategico nazionale 2023-2027, che  prenderà avvio il 1° gennaio 2023, l’assessore ha detto che  “Sono già stati approvati due bandi relativi alle indennità compensative agli agricoltori delle zone montane e delle aree Natura 2000, tra gli interventi di sviluppo rurale che continueranno ad essere gestiti a livello regionale, mentre a livello nazionale sono stati programmati i pagamenti diretti e gli interventi settoriali sostenuti dal FEAGA. 

Il 21 giugno 2022 – sottolinea ancora Zannier – la Conferenza Stato Regioni ha approvato il riparto delle risorse per lo sviluppo rurale tra le Regioni e Province Autonome: al FVG sono stati assegnati complessivamente 227.593.361,19 euro per il quinquennio di programmazione 23-27, di cui 92.630.498,00 euro di quota FEASR. A queste si sommeranno risorse aggiuntive che la Regione ha già stanziato con la Legge di Stabilità per 50 Meuro”. Il 2 dicembre la Commissione europea ha approvato il Piano strategico nazionale PAC 2023-2027 per l’Italia. La nostra Regione ha avviato prontamente i lavori per l’approvazione del Complemento regionale di programmazione per lo Sviluppo rurale che declinerà, anche grazie al supporto ricevuto dagli addetti ai lavori in tutto il periodo di consultazione con il territorio, la strategia adattandola alle necessità del territorio regionale.

Riguardo ai risultati dell’attuale programmazione, l’importo dei contributi concessi nel 2022 è stato pari a circa 30  milioni. I pagamenti liquidati nell’annualità che sta terminando ammontano a circa 47,5 milioni di risorse, di cui  4,2 milioni di risorse aggiuntive regionali. “I fondi del 2022 sono stati concessi ed erogati su diverse linee di  intervento – precisa l’Autorità di Gestione del PSR Karen Miniutti”.

“Con la modifica del Programma – sottolinea ancora l’Autorità di Gestione – è stata integrata con 3,7 Meuro di  risorse Next Generation Eu la dotazione finanziaria del bando per il Miglioramento dell’uso e della gestione delle  risorse idriche da parte delle aziende agricole, per il quale è da poco uscita la graduatoria per un volume  complessivo di impegni pari a 6,2 milioni”.

E nell’attesa dei bandi del nuovo anno, il PSR Fvg ha appena approvato un nuovo bando premio per i giovani  agricoltori (intervento 6.1.1) che partirà il 2 gennaio 2023.

“Con l’obiettivo di rendere operativo l’OPR (Organismo pagatore regionale istituito con la legge di stabilità 2022)  già dall’inizio del prossimo esercizio finanziario della PAC (16 ottobre 2023) – rende noto infine l’assessore  regionale Zannier – una parte delle procedure per il reclutamento del personale per l’esecuzione delle funzioni è  già stata conclusa, così come quella per l’acquisizione di un sistema informativo specifico. Entro il primo trimestre  del 2023 – annuncia – sarà possibile presentare l’istanza di riconoscimento al Ministero dell’agricoltura, della  sovranità alimentare e delle foreste”.

Share Button

Comments are closed.