20/02/2024

Tra i numerosi programmi di collaborazione sviluppati dal Convitto nazionale “Paolo Diacono” di Cividale del  Friuli con istituzioni e realtà internazionali, riprende quest’anno la partecipazione al progetto LAZOS – dopo la sosta forzata di alcuni  anni dovuta alla pandemia -, che offre ai discendenti dei friulani emigrati in Argentina la possibilità di scambio e di scoperta della terra  dei loro antenati, scoprendo radici comuni.

Il progetto, nato nel 2015 nel quadro della cooperazione tra Regione Friuli Venezia Giulia e città di Avellaneda, Argentina, con la  collaborazione dell’Ente Friuli nel Mondo e del Convitto Nazionale Paolo Diacono di Cividale, è rivolto a studenti tra i 15 e i 17 anni  residenti in Friuli Venezia Giulia, che d’estate desiderano vivere per un mese un’esperienza formativa e culturale in Argentina,  ospitati presso famiglie di origine friulana, preferibilmente con figli della stessa età. 

Ogni anno 15 giovani friulani sono invitati a visitare l’Argentina per avvicinarsi alla lingua spagnola e per approfondire la cultura. In  tal modo si creano nuovi legami (LAZOS) di amicizia e condivisione, che uniscono due comunità al di qua e al di là dell’oceano. Dei 15  partecipanti che hanno aderito quest’anno e che si trovano ora ad Avellaneda, 4 sono studenti del Convitto “Paolo Diacono”, mentre  le altre provenienze sono: Azzano Decimo, Brugnera, Frisanco, San Vito al Tagliamento e Ronchi dei Legionari.

La comunità friulana locale, insediatasi ad Avellaneda cinque generazioni fa, non ha mai dimenticato la terra d’origine e ha sempre  mantenuto viva l’identità portando avanti le attività del Centro Friulano di Avellaneda di Santa Fe. Gli obiettivi del progetto sono:  creare legami di reciprocità con giovani di origine friulana di Avellaneda e le rispettive famiglie ed incontrare l’ambiente socio- culturale della città; imparare la lingua spagnola e la cultura Argentina; visitare i paesaggi naturali e turistici della regione e del  Paese.

Alberta Pettoello, Rettore/Dirigente Scolastico del Convitto Nazionale sottolinea la valenza culturale e formativa di questo progetto:  “Sosteniamo e favoriamo lo sviluppo di iniziative volte all’arricchimento del bagaglio personale dei giovani, in un’ottica di formazione  interculturale. L’esperienza che i nostri ragazzi hanno l’opportunità di vivere in Argentina è assolutamente preziosa, in un’ottica di  formazione di futuri cittadini del mondo.”.

Share Button

Comments are closed.