23/07/2024

L’estate di Pordenone riparte dalla grande musica: quella della Gustav Mahler Jugendorchester (GMJO) che stringe con il Teatro Comunale Verdi una forte sinergia, consolidando la collaborazione avviata nel corso del 2017 – che aveva portato la GMJO a celebrare al Verdi i suoi “primi” 30 anni di attività artistica – ripresa lo scorso marzo con il concerto contestuale al Premio Pordenone Musica conferito ad Alfred Brendel.

 

Torna dunque a Pordenone, la GMIO, dall’8 al 16 agosto per una residenza estiva “strategica” – promossa in sinergia con PromoTurismo FVG – che permetterà di allestire il tour che si aprirà in Friuli Venezia Giulia e si concluderà sempre al Teatro Verdi con due spettacolari concerti in programma lunedì 3 e martedì 4 settembre. Fondata a Vienna per iniziativa di Claudio Abbado, la GMJO opera sotto il patrocinio del Consiglio d’Europa: l’eccezionale livello artistico degli orchestrali la rende la compagine giovanile più famosa al mondo. Al Verdi sarà diretta da Lorenzo Viotti, definitivamente entrato nell’Olimpo delle migliori bacchette internazionali. In programma, oltre a pagine di Verdi e Wagner, due sinfonie celeberrime, la “Patetica” di Čajkovskij e la Quinta di Mahler, e i concerti per violoncello e orchestra di Shostakovich e Dvorák: solista una star del concertismo mondiale, Gautier Capuçon. (IN FOTO)

Dall’8 al 16 agosto le prove a sezione saranno programmate in molti spazi del teatro e in ulteriori 4 location cittadine, molte sessioni di prove saranno aperte alla partecipazione del pubblico. Saranno due i concerti proposti in regione, a partire da Aquileia e dalla sua splendida Basilica dove la GMJO si esibirà martedì 14 agosto .

In foto di copertina il Maestro Lorenzo Viotti

Share Button

Comments are closed.