12/06/2024

Di Marco Mascioli 

Percorso Sicurezza con l’A.D. Paolo Grossa coadiuvato dal Cav. Nicola Golizia, hanno realizzato un altro evento formativo in provincia di Pordenone. A Porcia, nell’auditorium Diemoz, si è tenuto un convegno, voluto da @ECOLSIA Ecologia Sicurezza e Igiene Ambientale di Pordenone con i propri veicoli speciali e operatori dedicati H24 al servizio di pulizia e ripristino delle strade post incidenti, con BEASS Sicurezze di Porcia (PN) e MB Fire di Legnano (MI).

Tra i relatori, collegata in diretta da Roma, la Dott.ssa Cinzia Di Bari, prima ricercatrice ENEA, mentre in sala c’era l’Ispettore Andrea Foggetti dei Vigili del Fuoco del NIA della Lombardia, Domenik Cantonati della EMI Controls di Bolzano, che ha descritto l’utilità dei loro container di contenimento per auto elettriche e Federico Meneghetti della Italrescue di San Zenone degli Ezzelini (TV) che ha presentato i sistemi di prevenzione per soccorritori stradali e per usi domestici. 

L’evento è stato aperto con i saluti beneauguranti del senatore, già eurodeputato, Marco Dreosto e dal Sindaco ospitante Marco Sartini. Ambedue di sono dichiarati entusiasti per gli argomenti trattati e il Sindaco ha proposto una nuova iniziativa con un convegno dedicato a tutti i cittadini, giacché ognuno di noi, consapevole o meno, ormai è attorniato da batterie al litio di ogni genere. 

I partecipanti a questa sessione formativa erano principalmente appartenenti alle forze dell’ordine e addetti ai lavori che ben conoscono i problemi che possono creare questi accumulatori, per esempio dopo un’incidente, un urto o l’innalzamento della temperatura (pensiamo ai container per il trasporto lasciati chiusi sotto il sole. 

Tanti i casi portati ad esempio di telefoni cellulari, biciclette, motorini e automobili che sono finiti sulla cronaca per incendi, non sono in caso di urti gravi, ma anche semplicemente in fase di ricarica. 

Nessuno vuole accusare ed evitare le batterie al litio, che se oggi sono molto utilizzate, nel futuro saranno il sistema di alimentazione della nostra vita. Peraltro sono di diversi tipi e caratteristiche (LCO all’ossido di cobalto (LiCoO2); LMO all’ossido di manganese (LiMn2O4); NMC all’ossido di nickel manganese cobalto; LFP al fosfato di ferro (LiFePO4); e LTO al titanio di litio). 

Lo scopo principale della giornata formativa era raccomandare le precauzioni nell’uso (nessuno legge le istruzioni prima di utilizzare un apparato o un monopattino elettrico) e assumere le informazioni relative alla soluzione di eventuali incendi e incidenti. Ci sono stati casi di autoaccensione delle batterie di auto elettriche, anche dopo diversi giorni dall’evento. Adesso infatti è obbligatoria la quarantena isolata per evitare che possano generare incendi che potrebbero coinvolgere altre vetture nei paraggi. 

Molto interessante quanto scoperto durante il convegno e la condivisione delle informazioni sarà utile per ognuno nel proprio settore specifico, dato che tra smartphone, giocattoli, trapani avvitatori, biciclette elettriche, monopattini elettrici, auto elettriche o ibride, rasoi elettrici, personal computer o quasi tutti gli oggetti che ci circondano sono ormai dotati di batterie al litio e soprattutto lo saranno sempre più in futuro. 

Consigli e informazioni su nuovi prodotti e soluzioni, dal non lasciare in carica il cellulare sul comodino di legno vicino al letto, all’evitare di ricaricare qualsiasi prodotto all’interno dell’abitazione o del garage. Sono però emersi anche fattori molto più gravi come lo stoccaggio e il trasporto delle batterie, per esempio a bordo delle navi con i container, oppure nella stiva degli aerei.

Lo spegnimento di una batteria al litio mentre brucia è molto impegnativo, richiede grandi quantità di estinguenti, i gas emessi dal fumo degli Ioni di litio incendiati sono molto dannosi per l’essere umano, ma nuove tecnologie, estintori e container specifici, attrezzatura di protezione personale, unitamente all’osservanza delle norme, possono consentirci di utilizzare qualsiasi apparato con tranquillità. 

Ecolsia, Percorso Sicurezza, Mesch Go, hanno organizzato questo importante convegno di approfondimento a ingresso gratuito, dedicato alle tematiche inerenti alla funzionalità e alla sicurezza delle batterie agli ioni di litio, con l’obiettivo principale di fornire ai partecipanti una solida comprensione teorica e pratica della tecnologia elettrica e dei pericoli associati, con particolare attenzione alle batterie agli ioni di litio. Il pubblico principale è rappresentato da specialisti operativi coinvolti nei primi soccorsi, sebbene l’evento fosse aperto a tutti, per conoscere meglio tali tecnologie.

Presenti anche due importanti realtà aziendali come EMI Controls di Bolzano, con i nuovi container per la quarantena dei veicoli elettrici e ItalRescue di Treviso, con dispositivi di prevenzione da utilizzare in scenari di incidenti che coinvolgono macchinari e veicoli alimentati con batterie agli ioni di litio. 

Share Button

Comments are closed.