25/09/2022

«Chiediamo al sindaco di Udine un atto ufficiale rivolto al Governo, con una serie di richieste per contrastare gli abusi sempre più evidenti nell’utilizzo dell’istituto dell’asilo politico. Non basta aver segnalato “già molto tempo fa” al Prefetto Morcone l’alta presenza di migranti (in buona parte afghani o pakistani, che non scappano da nessuna guerra), ben oltre i limiti previsti dal piano regionale. Fatti come quello della donna molestata in un sottopasso cittadino rappresentano solo la punta dell’iceberg. In realtà è da tempo che le ragazze non possono più muoversi liberamente in città e la situazione è destinata a degenerare ulteriormente se non si interviene a monte di un fenomeno che non è affatto “inevitabile”». Lo afferma Mario Pittoni, capogruppo della Lega Nord a palazzo D’Aronco. per quanto riguarda il Fvg, spesso i migranti intercettati si potrebbero tranquillamente restituire al Paese di primo ingresso (principalmente Ungheria e Austria) se solo al ministero dell’Interno funzionasse l’Unità Dublino, afferma Mario Pittoni – Per non parlare dei frequenti collegamenti aerei tra Italia e Afghanistan, che potremmo utilizzare (con costi contenuti) per riconsegnare chi non ha titolo per restare. Si può decidere di non intervenire. E’ una valutazione politica. Ma non si prenda in giro i cittadini – conclude Pittoni – raccontando che non ci sono strumenti».
image1

(ascolta l’audio in fondo al testo con l’intervento di Mario Pittoni)

Sulla vicenda delle molestie interviene anche il sindaco di Udine Furio Honsell, che chiederà un incontro del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza con Questore e Prefetto.
Il sindaco già da tempo aveva fatto presente la necessità di non accumulare profughi in città oltre i limiti del piano regionale di immigrazione. La situazione attuale indica invece siamo ben oltre il limite massimo che spetterebbe al capoluogo friulano.
IL sindaco chiede magiori controlli delle forze dell’ordine e lamenta anche il blocco delle assunzioni che impedisce di implementare il numero di agenti di polizia locale.

(ndr)
Non è comunque militarizzando che si risolvono problemi che andrebbero affrontati a monte, a partire dalle scelte nazionali in tema di immigrazione ( ascolta intervendo di Pittoni su Unità Dublino)

Music, film and photography on Twine.fm

Share Button

Comments are closed.