14/05/2024

Al via il restauro conservativo della fontana di Giovanni Carrara, del Monumento alla Pace di Campoformido, delle sculture raffiguranti Ercole e Caco e della colonna con leone marciano finanziate tramite Art Bonus

Un intervento reso possibile grazie al mecenatismo della  Danieli & C. Officine Meccaniche Spa di Buttrio ha dato il suo sostegno per la conservazione del patrimonio artistico e architettonico della città. Il contributo della Danieli consentirà il restauro delle quattro installazioni in pietra presenti sul terrapieno, ovvero il Monumento alla Pace di Campoformido, le sculture raffiguranti Ercole e Caco, la colonna con il leone marciano, e la fontana di Giovanni Carrara che si trova sul lato sinistro dello stesso terrapieno.

Monumento alla Pace di Campoformido23_03 monumento alla pace
La statua in pietra d’Istria è opera dello scultore piemontese Giovanni Battista Comolli , ed è stata realizzata per ricordare il trattato di Pace del 1797 tra Napoleone Bonaparte e il Regno Austro-Ungarico. La scultura fu portata a Campoformido nel 1813, da lì trasferita a Udine nel 1819 e quindi collocata nell’attuale ubicazione.

Le sculture raffiguranti Ercole e Caco, per gli udinesi Florean e Venturin
Le statue seicentesche di Ercole e Caco, per gli udinesi Florean e Venturin, sono state realizzate in pietra d’Aurisina da Angelo de Putti. In origine erano collocare in piazza XX settembre, nel Palazzo Della Torre, che nel 1717 il Consiglio dei Dieci ordinò di distruggere. Le statue vennero salvate e trasferite nella Piazza Contarena, ora Piazza Libertà.

23_03 colonna leone marcianoLa colonna con leone Marciano
La colonna venne eretta il 15 novembre 1539, ma il sovrastante Leone di San Marco fu distrutto nel 1797 sotto il dominio francese. Riscolpito da Domenico Mondini, su disegno di Giuseppe Masutti, il 7 agosto 1883 fu collocato sul fusto in pietra grigia di Timau. I quattro gradini del basamento, anch’essi oggetto dell’intervento, sono in pietra piasentina.

La fontana di Giovanni Carrara
La fontana di Piazza Libertà, realizzata su disegno da sempre attribuito a  Giovanni da Udine, come la 23_03 fontana piazza libertàfontana in piazza San Giacomo, è progetto documentato (1542) dell’ingegnere bergamasco Giovanni Carrara. La fonte cinquecentesca si eleva con uno zoccolo a tre gradini sopra il quale si sviluppa una vasca circolare con specchiature rettangolari. L’elemento verticale è costituito da un candelabro che regge due bacili sovrapposti (di dimensioni maggiori e bombato quello inferiore, più piccolo quello superiore). L’acqua sgorga all’apice del candelabro nella coppa superiore

Share Button

Comments are closed.