21/07/2024

Si chiamano Mattia e Silvia i due bambini nati dalla una giovane californiana Sharon, già madre di due figli, che si è prestata a portare a termine la gravidanza con ovociti di un’altra donna, fecondati dalla coppia gay residente in Friuli Venezia Giulia, lui un libero professionista e l’altro un impiegato, che dopo oltre 17 anni di convivenza si è sposata all’estero l’anno scorso. La coppia ha dovuto realizzare il sogno di avere dei figli negli Stati Uniti perché in Italia la maternità surrogata è vietata. Ora per la coppia di padri manca un ulteriore passaggio, impedito dalla legge Cirinnà, che consente solamente ad uno dei padri di essere quello legale. L’altro non può adottare il figlio biologico.

Share Button

Comments are closed.