14/05/2024

Quest’anno un’edizione che vuole essere un segnale di rinascita dopo un periodo difficile e ancora segnato da rigide regole antiCovid. Non mancheranno campioni africani a rendere importante una competizione che ha sempre registrato risultati di alto livello tecnico internazionale, anche se tesserati in Italia. Prima del Covid si erano imposti il rwandese Noel Kitimana e la keniana Moseti Winfridah Moraa. Anche per il 2021 un drappello di nativi del continente nero, ma residenti da tempo in Italia, saranno al via in Piazza Primo Maggio. 

Questa volta il infatti il circuito sarà leggermente diverso dal solito. Domenica 3 ottobre ci saranno naturalmente limitazioni per il traffico veicolare a Udine in centro, per tutta la mattinata. Completamente nuovo, l’itinerario di gara si svilupperà interamente nel Comune di Udine e la cui lunghezza (21.097 metri) è stata certificata dalla World Athletics, ente internazionale di atletica leggera. La partenza è prevista da via della Vittoria, di fronte all’istituto Sello (entrata in griglia con braccialetto fornito, mascherina e dopo controllo dei Green Pass), mentre l’arrivo sarà in via Vittorio Veneto. 

Gli atleti attraverseranno piazza I Maggio costeggiando il colle e imboccheranno poi via Treppo, proseguendo per via Caneva, viale Trieste, piazzale D’Annunzio, via Gorghi, via Savorgnana, via Cavour, piazza della Libertà, via Manin. Ci sarà a quel punto un secondo passaggio su piazza I Maggio, per puntare quindi su piazzale Osoppo; da via Volontari della Libertà si andrà verso piazzale Chiavris e da lì i corridori si dirigeranno verso la rotatoria di via Cotonificio. Le tappe successive ai piazzali XXVI Luglio, Cella, Unità d’Italia, della Repubblica, Oberdan, Del Din e si arriverà in Largo delle Grazie. L’ultimo tratto toccherà ancora piazza I Maggio, piazza Patriarcato e via Piave, per tagliare il traguardo in via Vittorio Veneto. 

Le prime a partire, alle ore 9.25, saranno le carrozzine olimpiche. Cinque minuti più tardi, alle 9.30, scatteranno invece gli altri, a blocchi scaglionati. Per i primi 500 metri di gara dovranno indossare la mascherina. Gli atleti e tutto il personale in servizio durante l’evento avranno l’obbligo di esibire il Green Pass e di consegnare allo staff dell’Associazione Maratonina Udinese, ai fini del tracciamento, l’autodichiarazione anti-Covid19. 

Tra gli atleti regionali ritorna a Udine Francesco Nardone (Gemonatletica) che era presente anche in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’evento e il fresco campione regionale di corsa su strada Tobia Beltrame (Trieste Atletica). Ad accendere i fuochi dell’agonismo saranno gli atleti che affronteranno la Salita del Castello. Due campioni  italiani, friulani doc, hanno confermato la loro presenza. L’emergente junior Emanuele Brugnizza (Gs Natisone) e il senior Matteo Spanu (Malignani Libertas), mentre tra le donne Erica Franzolini (Brugnera Friulintagli) cercherà di togliere lo scettro all’atleta di casa Chiara Fantini, che trionfò a sorpresa nel 2020. 

Non mancherà dunque lo spettacolo tecnico, mentre quello colorato e festante dei runner “normali” sarà il contenitore ideale di una Maratonina Udinese, che vuole tornare agli antichi splendori.  

Share Button

Comments are closed.