13/06/2024

La San Marco, azienda conosciuta in tutto il mondo e che da quasi cent’anni costruisce macchine per il caffè a Gradisca d’Isonzo, ha donato una delle sue macchine ad una caffetteria… e questo “ci riempie di gioia” afferma Roberto Nocera, direttore generale de La San Marco.

Caffe_Bruno_Bar_8 (Small)

Questa potrebbe essere una non notizia, per giunta assurda, se non fosse che questa caffetteria ha una storia particolarissima e fanno bene quelli della “La San Marco” ad essere felici di aver fatto questo dono,  perché ha a che fare con l’azione eco ed equo solidale, il missionariato e la scolarizzazione.

Caffe_Bruno_Bar_12 (Small)

Questa caffetteria si trova in Thailandia, su una delle arterie principali dirette verso la capitale Bangkok e lì viene servito il “caffè Bruno”, di ottima qualità,  proveniente da Chae Hom, provincia di Lampang, dove tutto ha avuto inizio.

Era il 2016 quando don Flavio Zanetti, sacerdote originario della parrocchia di Gradisca d’Isonzo con una lunga storia di missionariato raccontò al direttore della “La San Marco” la storia di tre padri missionari in Thailandia e del loro progetto per offrire lavoro e studio alle popolazioni locali.  Così  è stata avviata una produzione locale di caffè di ottima qualità, con l’obiettivo di raccogliere ricavi da investire nel sostegno allo studio dei ragazzi, generalmente figli di contadini, troppo lontani dai centri abitati per poter seguire la scuola.

Caffe_Bruno_Comunita_1 (Small)

I tre missionari, amanti dell’espresso italiano, hanno deciso di acquistare dalle popolazioni montane il caffè crudo, farlo tostare a Chae Hom in uno dei centri che ospita ragazzi poveri,  di famiglie provenienti da comunità parrocchiali montane, per poi venderlo in grani o macinato.

Caffe_Bruno_tostatura_2

Un progetto che nell’arco di tre anni ha reso Caffè Bruno – questo il nome dato al brand – uno dei più ricercati caffè tipo Arabica della Thailandia, tanto che nel 2014, dopo essere stato selezionato tra circa 140 caffè di diversa provenienza, ha ricevuto la medaglia d’oro nella categoria espresso non italiano di alta qualità al concorso internazionale “Coffee Tasting”, promosso dall’associazione internazionale assaggiatori di caffè con sede a Brescia. Un premio che riempie d’orgoglio don Bruno Rossi, don Bruno Soppelsa e don Raffaele Sandonà, ideatori e promotori del progetto.

Caffe_Bruno_tostatura_4 (Small)

Sulla scia della grande popolarità ottenuta da Caffè Bruno, la parrocchia di Chae Hom ha deciso anche di aprire una caffetteria, alla quale è stata destinata la macchina de “La San Marco”.

Caffe_Bruno_Bar_3 (Small)

Tutti i proventi derivanti dalla produzione e mescita del caffè sono impiegati dai missionari per organizzare gli studi di oltre  quattrocento i ragazzi delle ‘tribù dei monti’, dei quali circa duecento, troppo lontani per poter fare rientro a casa, sono ospitati negli ostelli costruiti e seguiti dai missionari stessi insieme a dei collaboratori locali.

Caffe_Bruno_4 (Small)

nelle foto seguenti il logo de “La San Marco” in lingua Thailandese, progettato dai ragazzi

LogoLSM_Thai_7 (Small)LogoLSM_Thai_6 (Small)

Share Button

Comments are closed.