12/04/2024

Il presidente della Regione, Renzo Tondo, ha partecipato martedì 19 Febbraio 2013 a Klagenfurt, assieme ai presidenti della Carinzia, Gerhard Doerfler, e a quello del Veneto, Luca Zaia, alla seduta di insediamento dell’Assemblea dell’Euregio “Senza confini”.
Siamo di fronte, come hanno sottolineato i tre presidenti, a un evento di fondamentale importanza, al passaggio dalla fase del “contenitore” a quella del “contenuto”. La costituzione formale del 27 novembre scorso, a palazzo Balbi a Venezia, ha chiuso la lunga stagione preparatoria dell’Euroregione, condizionata dai tempi di approvazione e di recepimento del regolamento comunitario sul GECT (Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale).
A Klagenfurt si è aperta una fase nuova, quella dell’avvio operativo e concreto di “Senza confini”. Il presidente Tondo, che era affiancato dall’assessore per le Relazioni internazionali Elio De Anna, ha osservato che con l’Assemblea l’Euroregione ha un presidente, un direttore, una sede, una struttura operativa.
In un momento difficile per l’Europa e per gli Stati nazionali, in un’Europa che stenta a decollare, l’Euroregione diventa quindi, è stato rilevato, un’opportunità di crescita, una “marcia in più” per i cittadini delle tre Regioni coinvolte: Friuli Venezia Giulia, Carinzia e Veneto.
Da Klagenfurt viene lanciato oggi, secondo il presidente, un messaggio rivolto a tutti i cittadini e in particolare ai giovani: in questa parte dell’Europa ci sono tre Regioni che cominciano a lavorare assieme, attorno a temi concreti.
Un risultato comune è stato già ottenuto: il riconoscimento del Corridoio Baltico-Adriatico da parte dell’Unione europea. Adesso l’Euroregione, come soggetto giuridico di diritto europeo, potrà diventare un punto di riferimento per acquisire finanziamenti comunitari per progetti congiunti, diventare insomma un “motore di sviluppo”.
L’Assemblea ha deciso un criterio di rotazione della presidenza ogni tre anni: primo presidente è stato nominato Luca Zaia, seguiranno i presidenti di Carinzia e Friuli Venezia Giulia. Nell’accettare la nomina, il presidente del Veneto ha indicato, come impegno principale del suo mandato, l’allargamento dell’Euroregione alla Slovenia e alle due Contee dell’Istria croata.
Come direttore ad interim, in attesa di poter definire e pubblicare un bando per una figura stabile, è stato scelto il direttore generale della Carinzia, Dieter Platzer. Una scelta, questa, dettata dalla volontà di far partire da subito la fase operativa dell’Euregio “Senza confini”.
La sede principale di “Senza confini” sarà a Trieste, in alcuni locali dell’INCE, con una sede secondaria in Carinzia. L’Euroregione si avvarrà, come supporto tecnico, delle competenze di Informest. Oggi sono stati nominati anche i componenti del Gruppo tecnico di lavoro, che affiancheranno il direttore.

Un percorso istituzionale iniziato a Villa Manin di Passariano ancora nel 2005, che ha trovato a
Klagenfurt la sua concreta realizzazione con la seduta di insediamento dell’Assemblea del GECT (Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale) “Euregio Senza Confini”.
Ecco le principali trappe che hanno portato alla nascita dell’Euroregione transfrontaliera:
– 17 ottobre 2005, Villa Manin di Passariano (Udine)
I soggetti interessati (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Carinzia, Slovenia, Contee Istriana e Litoraneo Montana della Croazia) firmano una dichiarazione d’intenti.
– 5 luglio 2006, Bruxelles
L’Unione europea emana il Regolamento che istituisce il GECT.
– 21 giugno 2007, Villa Manin di Passariano (Udine)
Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia si accordano formalmente per costituire l’Euroregione. Slovenia e Contee della Croazia ribadiscono il loro interesse al progetto.
– 29 novembre 2007, Duino (Trieste)
Vertice trilaterale, si decide di fissare la sede dell’Euroregione a Trieste.
– 10 dicembre 2008, Villaco
Le Giunte di Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia, in attesa del recepimento del Regolamento UE da parte dell’Italia, costituiscono un Coordinamento operativo trilaterale.
– 7 luglio 2009, Roma
L’Italia recepisce il Regolamento UE sui GECT.
– 17 novembre 2009, Venezia
Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia concordano il percorso che porterà alla nascita dell’Euroregione e scelgono il nome: “Euregio Senza Confini”.
– 19 dicembre 2011, Klagenfurt
Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia rinnovano per altri cinque anni il Protocollo di collaborazione trilaterale, in vista dell’avvio dell’Euroregione.
– 16 marzo 2012, Trieste
Le tre Regioni approvano i testi dello Statuto e della Convenzione del GECT “Euregio Senza Confini” e decidono di uscire dalla Comunità di lavoro Alpe Adria.
– 13 luglio 2012, Roma
Il Governo autorizza la partecipazione della Regione al GECT “Euregio Senza Confini”.
– 27 novembre 2012, Venezia
Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia costituiscono formalmente il GECT “Euregio Senza Confini”, con la prospettiva di allargamento alla Slovenia e alle Contee dell’Istria croata.
– 19 febbraio 2013, Klagenfurt
Si insedia l’Assemblea del GECT “Euregio Senza Confini”.

Fonte ARC/PF

Share Button

Comments are closed.