02/02/2023

L’ultimo scontro in ordine di tempo era riferito all’elezione del presidente della repubblica. La maggioranza delle testate sono state accusate da più parti di essere di sinistra e con Mattarella hanno giocato sporco al punto tale di santificarlo prima ancora della sua elezione.
Non diversa, anzi accentuata, la situazione nell’Euroregione dove la scarsità di testate preminenti rimaste a dividersi il territorio, determina un sostanziale sbilanciamento dell’informazione, con risultati sempre più deludenti, rimarcati da riduzioni di personale, chiusure di agenzie locali e la cessione di Telefriuli.
Abbiamo chiesto un parere a Riccardo Riccardi il quale non ritiene di lamentare alcun problema. Ha puntato il dito piuttosto nei confronti di chi non ha nulla da esprimere, quindi le testate non hanno nessun interesse.

Marco Mascioli

Share Button

Comments are closed.