11/06/2024

Concluso il suo viaggio musicale lungo i comuni del Friuli, Folkest approda alle sue giornate centrali a San Daniele del Friuli, all’interno dei colori e dei profumi di Aria di festa, per una quattro giorni fitta di musica, incontri, seminari e grandi ospiti. In programma ovviamente i grandi concerti che vedranno protagonisti gli attesissimi 99 Posse (1 luglio) e la storica Nuova Compagnia di Canto Popolare (2 luglio) che riceverà il prestigioso Premio Folkest una vita per la musica, ma anche i Tupa Ruja, già vincitori del Premio Cesa 2022 che a Folkest apriranno i 99 Posse; o i Ual-la – Catalogna vincitori del Premio Andrea Parodi 2022 che apriranno (2 luglio) il concerto della NCCP.
Centrale anche la sezione degli Showcase, momenti musicali dedicati alle nuove proposte artistiche europee che approdano a San Daniele grazie ad Upbeat, la piattaforma europea per Showcase di World Music. 20 artisti emergenti europei, infatti, sono stati selezionati da una giuria internazionale proprio per i Folkest Showcase e avranno l’occasione di incontrare a San Daniele altri artisti e professionisti del settore.
Vastissima la sezione dei Folclinic, una sezione nata tre anni fa da un’idea del Direttore Artistico Andrea Del Favero qui supportato dal lavoro certosino, dalla ricerca e dall’approfondimento di Maurizio Bettelli e Michele Gazich.
Si parte il 30 giugno alle 19.00 con Michele Neri che ci racconterà La canzone italiana nel nuovo millennio. A partire dalle 20:30 il borgo di San Daniele si anima di musica. Alle 20:30 partono presso la Chiesa di Sant’Antonio Abate i Folkest Showcase: in programma gli Alvise Nodale Trio (20.30), Linda Rukaj (21.30) e Cuaerdas y Teclas (21.30). Sempre con gli Showcase al Castello di San Daniele in programma Dettori e Moretti e Triana y Luca (22:15). Parallelamente alla Chiesa della Fratta Laura Giavon alla voce e Davide Ceccato allo straordinarius proporranno Marta – concerto per voce e straordinarius per la regia di Alessandro Di Pauli e Paolo Nikli su musiche di Matteo Sarcinelli.
Fittissima la giornata del 1° luglio che si aprirà con una serie di workshop spalmati fra l’1 e il 2 luglio. Il primo workshop è ore 10:00 di Valentina Zanelli alla Biblioteca Guarneriana Un approccio al mercato musicale. Attesissimo il seminario di canto della grande Elena Ledda La vocalità popolare nell’area mediterranea (il solo 1° luglio allo Scriptorium Foroiuliense alle ore 10.00).
Così come quello di organetto con l’immancabile Riccardo Tesi in programma anche questo sia l’1 che il 2 luglio: L’organetto in Italia e i suoi sviluppi (Scriptorium Foroiuliense, ore 10.00). Contemporaneamente e allo Scriptorium Foroiuliense l’1 e il 2 luglio si svolgerà Ma sei fuori? – Suonare, cantare e danzare qui e ora: consonanze in movimento ed evanescenze, il seminario di ballo con Dina Staro e Ricardo Tomba.
Alle 11.00, alla Sala Moderna della Biblioteca Guarneriana, in programma il Folkclinic – in programma sempre sia il 1° che il 2 luglio – di Marco Ongaro: Parole per musica – Marco Ongaro tra canzone, teatro, musica, narrativa e poesia. Mentre alla Chiesa di Sant’Antonio Abate (dalle 11.00 fino alle 18.00) Michele Sangineto proporrà il suo clinic su Gli strumenti musicali, di Leonardo da Vinci e dei maestri delle arti figurative. Il pomeriggio (14.45 – 15.20) sarà dedicato ai primi speed meeting: gli artisti incontrano i delegati di Upbeat in brevi incontri di cinque minuti, nel corso dei quali illustrare le proprie attività e aprire contatti con i festival e le organizzazioni culturali europee. Alle 15,30, alla Sala Moderna della Biglioteca Guarneriana, Duccio Pasqua incontrerà Foffo Bianchi per presentare Storie di straordinaria fonia: un libro di Francesca Gaudenzi e dello stesso Pasqua per raccontare la vita di Foffo Bianchi, produttore discografico della RCA e ingegnere del suono, che racconta dal suo punto di vista cinquant’anni di storie musicali, con la prefazione di Renato Zero e la postfazione degli Elio e le Storie Tese.
A seguire, alle 17,30, Giovanni Straniero, Federico Sirianni e Michele Gazich presenteranno La canzone ribelle di Michele Straniero, il progetto di riscoperta dell’archivio di Straniero appunto, figura di svolta della cultura musicale italiana del Novecento. A partire dalle 18,50 tornano gli Showcase con, alla Chiesa di Sant’Antonio Abate, i Wernyhora (18.50); e a piazza Vittorio Emanuele II Duo Gaudio Pace (20.45), la Quadrilla (21.40) e i Corte di Lunas (22,40). C’è poi il palco di Via del Lago che ospiterà alle 21.30 i Tupa Ruja, vincitori del Premio Cesa 2022. E alle 22.30 gli attesissimi 99 Posse.
Il 2 luglio sarà nuovamente una giornata densa di concerti e clinic: seconda giornata infatti per il seminario di Riccardo Tesi e per quello di Dina Staro e Ricardo Tomba, per quello di Valentina Zanelli e di Marco Ongaro. Si aggiungono alla Sala Moderna della Biblioteca Guarneriana anche i seminari di Roberto Fontanot su L’amplificazione degli strumenti musicali (ore 15,30), la presentazione del libro Essenza, le vite di Claudio Rocchi di Walter Gatti e della raccolta Il caso Adaïewsky – Storia di una viaggiatrice della musica a cura di Paola Barzan e Andrea Rucli. E poi ancora gli Showcase con la prima tappa alla Chiesa di Sant’Antonio Abate (ore 18,50) con Alessandro D’Alessandro; e alle 20,30 a piazza Vittorio Emanuele II con M.E.T.E., I Sordi e Jig Robots. La serata si conclude a via del Lago con la Nuova Compagnia di Canto Popolare alle 22,30, concerto aperto alle 21,30 da Ual-la – Catalogna vincitori del Premio Andrea Parodi 2022.


L’ultima giornata, il 3 luglio, è quella dedicata al Premio Alberto Cesa, ma non solo. Si apre infatti alle 15,30 alla Sala Conferenze della Libreria Guarneriana Moderna per un affascinante incontro con Elisabetta Malantrucco, critica musicale e giornalista Rai, dedicato a La Rai e il Friuli Venezia Giulia: tesori degli archivi Rai. La sera, a partire dalle 20,45, a Via del Lago fari accesi sui finalisti del Premio Alberto Cesa: i toscani Femina Ridens, i multiregionali Dimotika, i piemontesi Grama Tera, i friulani Yerba Buena Trio e i tarantini Yaràkä. Ospite d’onore il cantautore rock Massimo Priviero. A condurre la serata Martina Vocci di Tv Koper/Capodistria e Duccio Pasqua di Rai Radio 1 – Rai Stereonotte.

Folkest Showcase
Si tratta delle nuove proposte artistiche europee che Folkest proporrà al pubblico e ai numerosi delegati internazionali, nella chiesa di Sant’Antonio Abate, al parco del Castello e in piazza Vittorio Emanuele II: Alvise Nodale dal Friuli, Linda Rukajdall’Albania e Cuerdas y teclas dalla Spagna, Dettori e Moretti da Lombardia e Sardegna, Triana y Luca da Lussemburgo e Messico, Weryhora dalla Polonia, il Duo Gaudio Pace dalla Calabria, La Quadrilla dal Piemonte e i Corte di Lunas dal Friuli, Alessandro D’Aessandro dal Lazio, Jig Robots da Italia e Slovenia, i Sordi e METE.

I Folkclinic
I clinic, aperti a tutti, si terranno negli spazi della Biblioteca Guarneriana e presso la sede dello Scriptorium Foroiuliense in via Udine.
Cinque le macro aree in cui sono stati divisi gli incontri: Musica per musicisti; Parole per musica; Cassetta per gli attrezzi; Musica in movimento; Freschi di stampa. Accanto alla vocalità mediterranea con la conduzione di Elena Ledda, l’appuntamento di Musica per musicisti dedicato a uno strumento sarà L’organetto in Italia e i suoi sviluppi, tenuto da Riccardo Tesi, autentica star internazionale dello strumento.
Si inaugura con l’edizione 2023 di Folkest un nuovo capitolo dei Folkclinic, Ma sei fuori? – Suonare, cantare e danzare qui e ora: consonanze in movimento ed evanescenze. affidato alla maestria di Dina Staro che con Ricardo Tomba sarà a cavallo tra musica, movimento e creatività.
Parole per musica” è la sezione dedicata alla scrittura delle canzoni. Coordinato da Maurizio Bettelli e Felice Liperi, l’incontro di quest’anno è affidato a Marco Ongaro, autore e compositore, narratore, poeta, librettista. Un secondo approfondimento, grazie alla partecipazione di Giovanni Straniero (giornalista e scrittore), Federico Sirianni(cantautore) e Michele Gazich è dedicato alla musica ribelle di Michele Straniero, con un’anteprima nazionale dell’album “Domani si vive e si muore”, contenente otto otto testi inediti di Michele Straniero.
Cassetta degli attrezzi è il terzo contenitore: gli incontri più tecnici saranno tenuti da Valentina Zanelli (giovane promoter torinese, titolare di una startup per il management), che propone due temi estremamente interessanti: Un approccio al mercato musicale e Come presentarsi agli showcase festival, e da Roberto Fontanot, liutaio di fama internazionale, che ha inventato rivoluzionari pick-up per gli strumenti acustici. Concluderà questa serie Elisabetta Malantrucco (giornalista RAI interna alla redazione di Techeté) che presenterà la prima puntata di un progetto pluriennale sui tesori sonori del Friuli Venezia Giulia nascosti negli archivi Rai.
Gli speed meetings previsti nelle diverse giornate offriranno occasione di veloci incontri di presentazione degli artisti presenti a ciascun singolo operatore straniero.
Nell’edizione di quest’anno di Freschi di Stampa presenteremo Cantautori e cantautrici del nuovo millennio di Michele Neri (Iacobelli Editore, 2023); nei giorni successivi Storie di straordinaria fonia Dagli studi Rca alle grandi produzioni live di Foffo Bianchi, Francesca Gaudenzi e Duccio Pasqua (Bertoni Ed., 2022); Essenza: vite di Claudio Rocchi di Walter Gatti (Caissa Italia Ed., 2023); ultimo, ma non meno importante, Il caso Adaïewsky – Storia di una viaggiatrice della musica condotto da Paola Barzan.

Il Premio Cesa
Grazie al Premio Alberto Cesa – giunto alla sua diciannovesima edizione e pensato per valorizzare i progetti musicali italiani che sappiano dare voce a una o più radici culturali di qualsiasi parte del mondo – a San Daniele si ascolteranno i Femina Ridens, gruppo toscano che ha riarrangiato alcuni brani della tradizione europea medievale; i Luarte Project dalla Toscana, progetto che ricerca la bellezza e il movimento nella musica del mondo; i Dimotika da varie regioni, con la loro ricerca musicale oltre i confini stilistici e di genere fra Medio Oriente e Occidente; i Grama Tera dal Piemonte con le loro ballate criminali e i canti di lavoro; i friulani Yerba Buena Trio con la loro passione per le canzoni tradizionali e d’autore dell’America di lingua spagnola; e i tarantini Yaràkä dalla Puglia con le loro contaminazioni musicali tra Africa e sonorità Mediterranee e del Sud Italia.
La serata finale li vedrà tutti sul palco dell’area di via del lago dalle ore 21 in poi: ospite d’onore il cantautore rock Massimo Priviero. A condurre la serata Martina Voccidi Tv Koper/Capodistria e Duccio Pasqua di Rai Radio 1 – Rai Stereonotte.

VENERDI’ 30 GIUGNO
pomeriggio

FOLKEST A SAN DANIELE
Sala conferenze della Biblioteca Guarneriana moderna
17.00 -17.50 La canzone italiana nel nuovo millennio con Michele Neri
Sera
Chiesa di Sant’Antonio Abate
Folkest showcase/Upbeat
20.30 – 21.10 – Alvise Nodale Trio Friuli 21.30 – 22.10 – Linda Rukaj Albania 22.30 – 23.10 – Cuerdas y teclas Spagna
Chiesa della Fratta
21.00 – 22.15 – Marta – concerto per voce e straordinarius
Castello – in caso di cattivo tempo all’Auditorium La Fratta Folkest showcase/Upbeat
21.15 – 21.55 – Dettori e Moretti Italia
22.15 – 22.55 -Triana y Luca Lussemburgo/Messico
23.15 – 24.15 – Riccardo Tesi Elastic Trio Italia
SABATO 1 LUGLIO
mattina
SALA CONFERENZE LIBRERIA GUARNERIANA MODERNA
10.00 – 10.50 – Un approccio al mercato musicale con Valentina Zanelli
11.00 – 13.00 Parole per musica – Marco Ongaro tra canzone, teatro, narrativa e poesia con
Maurizio Bettelli, Felice Liperi, Marco Ongaro
SCRIPTORIUM FOROIULIENSE
10.00 – 12.00
SALA 1 – La vocalità popolare nell’area mediterranea con Elena Ledda Sardegna SALA 2 – L’organetto in Italia e i suoi sviluppi con Riccardo Tesi Toscana
SALA 3 – Ma sei fuori? – Suonare, cantare e danzare qui e ora: consonanze in movimento ed evanescenze. Con Dina Staro e Ricardo Tomba
pomeriggio
AUDITORIUM ALLA FRATTA
14:45 – 15:20 – Speed meetings
SCRIPTORIUM FOROIULIENSE
15:30 – 17:30
SALA 1 – La vocalità popolare nell’area mediterranea con Elena Ledda Sardegna
SALA 2 – L’organetto in Italia e i suoi sviluppi con Riccardo Tesi Toscana
15.00 -16.30
SALA 3 – Ma sei fuori? – Suonare, cantare e danzare qui e ora: consonanze in movimento ed evanescenze.
con Dina Staro e Ricardo Tomba Emilia
SALA CONFERENZE LIBRERIA GUARNERIANA MODERNA
15.30/16.20 Storie di ordinaria fonia – con/with Duccio Pasqua e Foffo Bianchi

17.30/18.20 La canzone ribelle di Michele Straniero con/with Giovanni Straniero/Federico Sirianni e Michele Gazich
sera
CHIESA DI SANT’ANTONIO ABATE
18:50 – 19:40 – Folkest showcase – Wernyhora Polonia

CASTELLO
in caso di cattivo tempo nella Chiesa di Sant’Antonio Abate Premio Alberto Cesa

21:15 – 22:05 – Femina Ridens Toscana
22:15 – 23:05 -Yerba Buena Trio Friuli Venezia Giulia 23:15 – 24:00 – Dimotika Emilia/Trentino

PIAZZA VITTORIO EMANUELE II
in caso di cattivo tempo all’Auditorium Alla Fratta Folkest showcase

20:45 – 21:25 – Duo Gaudio Pace Calabria 21:40 – 22:20 – La Quadrilla Piemonte 22:40 – 23:40 – Corte di Lunas Friuli
VIA DEL LAGO

19:30 – 20:15 – Evanescente Live con Laboratorio Ma sei fuori? 21:30 – Tupa Ruja Lazio – Vincitori del Premio Alberto Cesa 2022 22:20 – 99 Posse Campania

DOMENICA 2 LUGLIO
mattina

SALA CONFERENZE LIBRERIA GUARNERIANA MODERNA
10:00 – 10:50 – Come presentarsi agli showcase musicale con Valentina Zanelli 11.00 – 13:00 Parole per musica – Marco Ongaro tra canzone, teatro, narrativa e poesia con
Maurizio Bettelli, Felice Liperi, Marco Ongaro SCRIPTORIUM FOROIULIENSE
10.00 – 12.00
SALA 1 – L’organetto in Italia e i suoi sviluppi con Riccardo Tesi Toscana
SALA 2 – Ma sei fuori? – Suonare, cantare e danzare qui e ora: consonanze in movimento ed evanescenze. Con Dina Staro e Ricardo Tomba

pomeriggio
AUDITORIUM ALLA FRATTA
14:45 – 15:20 – Speed meetings

SCRIPTORIUM FOROIULIENSE
15:30 – 17:30
SALA 1 – L’organetto in Italia e i suoi sviluppi con Riccardo Tesi Toscana

15.00 -16.30
SALA 3 – Ma sei fuori? – Suonare, cantare e danzare qui e ora: consonanze in movimento ed evanescenze.

con Dina Staro e Ricardo Tomba Emilia
SALA CONFERENZE LIBRERIA GUARNERIANA MODERNA

15:30 – 16:20 – L’amplificazione degli strumenti acustici con Roberto Fontanot 16:30 – 18:20 – Essenza: le vite di Claudio Rocchi con Walter Gatti

17:30 – 18:20 – Il caso Adaïewsky – Storia di una viaggiatrice della music con Paola Barzan In collaborazione con l’Accademia Sergio Gaggia di Cividale

CHIESA DI SANT’ANTONIO ABATE
Folkest showcase/Upbeat
18:50 -19:40 – Alessandro D’Alessandro Lazio

CASTELLO
in caso di cattivo tempo nella Chiesa di Sant’Antonio Abate Premio Alberto Cesa
21:15 – 22:05 – Grama Tera Piemonte
22:15 – 23:05 – Luarte Project Liguria 23:15 – 24:00 -Yarákä Puglia

PIAZZA VITTORIO EMANUELE II
in caso di cattivo tempo all’Auditorium Alla Fratta
20:30 – 21:10 – Folkest showcase/UpbeatM.E.T.E. Italia 21:40 – 22:20 – Folkest showcase/ Upbeat

I Sordi Italia
22:40 – 23:20 – Folkest showcase/Upbeat

Jig Robots Italia VIA DEL LAGO

19:30 – 20:15 – Evanescente Live – con/with Laboratorio Ma sei fuori? 21:30 – Ual-La Catalogna Vincitori del Premio Andrea Parodi 2022 22:20 – Nuova Compagnia di Canto Popolare Campania
LUNEDI’ 3 LUGLIO
Pomeriggio
SALA CONFERENZE LIBRERIA GUARNERIANA MODERNA
15:30 – 16:20 – La Rai e il Friuli Venezia Giulia: tesori degli archivi Rai con Elisabetta Malantrucco
Sera
VIA DEL LAGO
20.45 – Premio Alberto Cesa – serata finale con Dimotika Emilia/Trentino
Femina Ridens Toscana
Grama Tera Piemonte
Luarte Project Liguria
Yarákä Puglia
Yerba Buena Trio Friuli Venezia Giulia
Ospite speciale Massimo Priviero Italia
Conducono la serata Martina Vocci (TV Koper/Capodistria) e Duccio Pasqua (RAI Radio 1 – Stereonotte)

Share Button

Comments are closed.

Open