10/06/2024

Il “Tallero”, il noto monumento alla memoria di Maria Teresa d’Austria, è giunto a Trieste dove, in piazza Ponterosso, troverà collocazione. Le sue grandi dimensioni hanno necessitato di un trasporto eccezionale. La base che accoglie la grande moneta di Maria Teresa, in quanto si tratta di un monumento dedicato all’imperatrice,   è stata predisposta nelle scorse settimane Ora l’opera attende i lavori di rifinitura,  celata da impalcatura e teli, elaborati graficamente   dallo studio E_Factory di Trieste, che riprende il profilo di Maria Teresa replicato su fondi colorati differenti.

Il tallero di Maria Teresa è stato finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia ed è nata grazie a un protocollo d’intesa siglato da ERPAC FVG, Comune di Trieste e “Comitato per l’erezione di un monumento a Trieste alla memoria di Maria Teresa d’Austria”. Il progetto finale del monumento è stato invece ideato da un gruppo di artisti triestini, Nicola Facchini, Eric Gerini ed Elena Pockay, risultati vincitori di un concorso di idee.

A gestire le varie fasi di realizzazione dell’opera e a coordinare i vari soggetti coinvolti è stato ERPAC FVG, che è anche stazione appaltante e ha incaricato l’Acciaieria Fonderia spa di Cividale del Friuli della creazione materiale della gigantesca moneta. La direzione dei lavori è stata affidata all’architetto Andrea Benedetti, mentre i lavori edili sono stati eseguiti dall’impresa Rosso srl di Trieste.

Un ruolo importante lo ha avuto anche la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Friuli Venezia Giulia, in particolare per aver seguito le varie fasi di valutazione dell’impatto dell’opera all’interno della scena urbana.

“Finalmente ci siamo – rileva l’assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli. Dopo il concorso di idee, la progettazione e la realizzazione dell’opera, il Tallero dedicato alla memoria di Maria Teresa d’Austria sta per essere posizionato nella sua collocazione finale di Piazza Ponterosso. Un’opera fortemente voluta e finanziata interamente dalla Regione tramite l’ERPAC che ricorda una delle figure più significative e amate della città di Trieste. Ci tengo a ringraziare l’ERPAC che ha seguito tutte le fasi della realizzazione, il Comitato e soprattutto i cittadini di Trieste che con grande coinvolgimento hanno partecipato alla votazione per la statua preferita”.

L’inaugurazione ufficiale del monumento avverrà nelle prime settimane del prossimo anno, dopo le festività natalizie.

POST

23 annni di satira nel bicchiere. Proclamani i vincitori dell’edizione 22 del concorso internazionale “Spirito di vino”…

Share Button

Comments are closed.