14/05/2024

Non molti giorni fa è balzata agli onori della cronaca una vicenda occorsa a un lavoratore a Gradisca d’Isonzo (GO) che solo grazie alla presenza di un DAE nella sua azienda è stato salvato da un infarto grazie all’intervento di alcuni suoi colleghi. Ma non è obbligatoria l’installazione di defibrillatori nelle aziende e nelle fabbriche, però anche in questo caso si è visto che il defibrillatore e la reazione tempestiva sono risultati essenziali per salvare un uomo (cinquantaquattrenne). 

Tra dicembre 2020 e aprile 2021 Percorso Sicurezza con Paolo Grossa ha avviato una lodevole iniziativa per la diffusione del defibrillatore sul territorio nelle aziende. Il defibrillatore è un’apparecchiatura tanto utile ed efficace quanto semplice da utilizzare. Basti pensare che è in grado di salvare una vita umana nel caso in cui vi fosse un arresto cardiaco in atto. Allo stesso modo semplice da utilizzare: ha solo 2 funzioni (acceso/spento e shock) e in più “parla” guidando l’operatore in tutte le azioni da farsi senza avere la possibilità di sbagliare.

Percorso Sicurezza, società consulenziale nel campo della salute e sicurezza sul lavoro e prima realtà di settore in Italia ad aver costituito un Network con le Aziende/Clienti, proprio grazie a questa sua capacità di aggregare interessi comuni e capacità di collaborare, ha voluto diffondere la presenza di questa apparecchiatura non solo nelle strutture sportive (dove è obbligatorio), ma anche all’interno di aziende e istituzioni.

La risposta da parte delle aziende è stata da subito entusiastica e propositiva. Importanti società imprenditoriali industriali del Friuli Venezia Giulia hanno aderito all’iniziativa, come: PMP PRO-MEC SpA di Coseano (UD); SISECAM Flat Glass Italy Srl e KEMIRA ITALY SpA di San Giorgio di Nogaro (UD); CMF SpA e CMF2 srl di Cormòns (GO), MIKO srl di Gorizia; BOATO INTERNATIONAL SpA di Monfalcone (GO); BROVEDANI SpA di San Vito al Tagliamento (PN) e FRIULI ANTINCENDI srl di Codroipo (UD); consulenziali come HEPLY di Udine; scolastiche come l’istituto scolastico d’istruzione superiore “Galilei, Fermi e Pacassi” di Gorizia.

Percorso Sicurezza ha dato la possibilità, ancora una volta, di diffondere la cultura della sicurezza attraverso un’iniziativa intelligente, vicina a tutti ed economicamente vantaggiosa. È stato questo un messaggio condiviso fra le aziende aderenti. Perché Percorso Sicurezza ha garantito alle aziende riunite non solo uno sconto di circa € 250 per ogni apparecchiatura acquistata ma, per una maggior diffusione conoscitiva, anche uno sconto del 50% per i partecipanti alle attività formative. 

L’iniziativa, infine, prevede anche che nella sfortunata ipotesi che ci si trovi ad utilizzare l’apparecchiatura, Percorso Sicurezza si impegna a donare un defibrillatore aggiuntivo all’Organizzazione. 

Da oggi il nostro territorio, le persone che lavorano nelle nostre aziende posso sentirsi più sicure grazie alla diffusione e conoscenza di questo importantissimo presidio. Siamo davvero orgogliosi che molte aziende del nostro network abbiano ancora una volta compreso il messaggio che abbiamo voluto lanciare. Da oggi abbiamo contribuito anche grazie alla sensibilità di molti imprenditori ed amministratori a rendere cardio-protette molte realtà lavorative coprendo l’interesse di oltre 1.300 persone ” Queste le parole di Paolo Grossa, Amministratore Unico di Percorso Sicurezza, principale ideatore dell’iniziativa. 

Share Button

Comments are closed.