25/06/2024

Di Marco Mascioli 

Da oltre 18 anni a Codroipo in questi giorni si commemora la giornata del malato con diverse iniziative che Angelo Macor (associazione diritti del malato), in collaborazione con l’Asp Daniele Moro, la parrocchia e l’amministrazione comunale con il Sindaco Fabio Marchetti in prima persona, organizza eventi, celebrazioni e conferenze sempre interessanti e coinvolgenti.

Alcuni mesi fa passò da Codroipo Elio Brusamento, alpino in pensione che camminando in giro per l’Italia, percorse 11.000 chilometri diffondendo in ogni angolo del Paese la conoscenza della Sclerosi Tuberosa. Si tratta di una malattia genetica rara, incurabile che provoca lo sviluppo di tumori in diversi organi come il sistema nervoso centrale, il cuore, i reni, i polmoni e gli occhi. https://euroregionenews.eu/sclerosi-tuberosa-da-trieste-a-udine-11-000-km-a-piedi/

Da quell’incontro nacque l’idea di dedicare la 30^ giornata del malato, 18^ a Codroipo, proprio alla Sclerosi Tuberosa invitando il professor  Maurizio Scarpa, responsabile del centro di coordinamento regionale per le malattie rare, a intervenire in sala consiliare per la prima parte dell’evento. A causa di impegni personali non è potuto presenziare, ma ha provveduto a partecipare attraverso un video che è stato proiettato in sala. 

Nella seconda parte dell’incontro si è parlato di Covid19 con la professoressa Tiziana Bove, direttrice della clinica di anestesia e rianimazione A.S.U. Friuli Centrale, che ha ribadito che il Covid non è ancora stato sconfitto e pertanto dobbiamo continuare a prestare la massima attenzione, compresi coloro che sono stati vaccinati. Il 31 marzo dovrebbe finire lo stato d’emergenza in Italia, ma si tratta solo di una decisione politica, il virus non ne terrà conto. 

Share Button

Comments are closed.