23/02/2024

Boom di iscrizioni quest’anno alle Masterclass internazionali di fisica delle particelle,  organizzate in stretta collaborazione tra l’Università di Udine e quella di Trieste, all’interno  del coordinamento italiano dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN).

Più di 200 le studentesse e gli studenti provenienti da molti istituti superiori di Friuli  Venezia Giulia e Veneto che dal 5 marzo, a cominciare da Trieste, potranno fare esperienza  diretta di come funzionano le ricerche del CERN.

Grazie alle Masterclass internazionali, le ragazze e i ragazzi saranno accompagnati da  ricercatori e ricercatrici in un viaggio alla scoperta delle proprietà delle particelle ed  esploreranno direttamente i segreti dell’acceleratore LHC (Large Hadron Collider) del CERN,  analizzando i veri dati degli esperimenti.

Si parte il 5 marzo con la Masterclass organizzata dall’Università di Trieste a cui ne seguirà  un’altra il 17 marzo, invece l’11 marzo toccherà all’Università di Udine.

Le giornate prevedono attività online divise tra seminari sugli argomenti fondamentali della  fisica delle particelle ed esercitazioni al computer su uno degli esperimenti dell’acceleratore  LHC di Ginevra, il tunnel di 27 km, a 100 metri sotto terra, dove le particelle si scontrano  quasi alla velocità della luce. Studentesse e studenti potranno analizzare i veri dati di LHC  provenienti dagli esperimenti ATLAS e ALICE, per scoprire il mondo delle particelle e di tutte  le loro caratteristiche.

Alla fine di ogni giornata, proprio come in una vera collaborazione di ricerca internazionale,  ci sarà un collegamento in videoconferenza con il CERN e i giovani partecipanti alle  Masterclass di tutto il mondo per discutere insieme i risultati emersi dalle esercitazioni.

L’iniziativa, giunta alla 17° edizione, fa parte delle Masterclass internazionali organizzate da  IPPOG (International Particle Physics Outreach Group) e, in Italia, dall’INFN. Le Masterclass  si svolgono contemporaneamente in 60 diversi paesi, coinvolgono oltre 200 tra i più  prestigiosi enti di ricerca e università del mondo e più di 13.000 studenti delle scuole  secondarie di II grado.  

Share Button

Comments are closed.