12/06/2024

Sono ben 10.260 i visitatori che hanno varcato la soglia di dimore storiche nell’edizione autunnale delle Gornate FAI in Friuli Venezia GIulia.

I partecipanti hanno apprezzato le 21 visite straordinarie nelle 7 località oggetto delle aperture in Friuli Venezia Giulia tra sabato 12 e domenica 13 ottobre: Cormons (GO), Pasiano di Pordenone (PN), Martignacco (UD), San Pietro al Natisone (UD), Gemona del Friuli (UD), Sedegliano (UD) e Trieste.

In particolare i singoli beni più visitati sono stati: Villa Gozzi nella frazione di Visinale di Pasiano di Pordenone (PN), Villa Italia nella frazione di Torreano a Martignacco (UD) e Villa Locatelli nella Tenuta di Angoris a Cormons (GO).

Le Giornate FAI di Primavera, anche quelle di Autunno – ha dichiarato Tiziana Sandrinelli, Presidente Regionale del FAI- dimostrano che tanti cittadini e numerosi turisti sono sempre più appassionati del ricco patrimonio storico, artistico e ambientale del Friuli Venezia Giulia. Si tratta di un pubblico trasversale, di varie età, composto da persone desiderose di conoscere meglio ciò che le circonda e che anche grazie a quest’iniziativa sono più consapevoli di vivere in un Paese incredibile, a tratti fragile ma ricco di risorse. Il FAI è da sempre convinto che la bellezza architettonica, artistica e ambientale sia il vero tesoro dell’Italia, qualcosa che nessun altro Paese potrà mai copiare”.

La presisdente ha poi rivolto “Un caloroso ringraziamento ai Gruppi FAI Giovani di Trieste, Pordenone, Udine e Gorizia, alle Delegazioni FAI di Trieste, Pordenone, Udine e Gorizia, ai Gruppi FAI di Spilimbergo, Cividale e Gemona del Friuli, agli infaticabili volontari e agli apprendisti ciceroni®, che con la loro preziosa opera hanno contribuito in maniera determinante a far scoprire e riscoprire luoghi e atmosfere della nostra regione – a coloro che con le loro offerte e le iscrizioni al FAI, hanno compreso l’importanza di sostenere la nostra Fondazione nell’opera di tutela e salvaguardia del patrimonio, ai negozi che hanno ospitato nelle loro vetrine i materiali del FAI e alle associazioni che hanno collaborato con la Fondazione.

Share Button

Comments are closed.