07/08/2022

C’è un pretendente al “trono” aeroportuale del Friuli Venezia Giulia, ingolosito e dal complessiva che La strategia di potenziamento della struttura, che ha portato, tra l’altro, alla costruzione di un interporto provvisto di stazione ferroviaria. F2i, fondo infrastrutturale leader a livello europeo, azionista di numerosi scali italiani attraverso cui gestisce il 40% dei voli nazionali, ha presentato un’offerta per l’acquisizione del 55% di Aeroporto Fvg.

E’ questo l’esito della prima fase della gara europea. entro fine gennaio saranno valutate l’offerta tecnica ed economica. La cessione vera e propria delle quote potrebbe avvenire a marzo.

“Qualora la cessione delle quote di Aeroporto Fvg si concretizzasse – ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga – la Regione conterebbe su un partner di primissimo piano nella definizione di obiettivi sempre più ambiziosi per la nostra comunità.”

“Se come auspicabile sarà accertata la rispondenza dell’offerta tecnica ed economica, la partnership pubblico-privato che si verrà a creare nella gestione dell’aeroporto di Ronchi dei Legionari sarà da governare e non da subire. L’offerta viene da un fondo impegnato principalmente nel settore infrastrutturale ma con importanti interessi anche in altri comparti. Il giudizio per questa offerta è positivo: si è resa possibile grazie al grande lavoro di risanamento dello scalo da noi avviato.

Senza pregiudizi e nell’interesse prioritario del nostro territorio, sarà da chiarire il rapporto con l’azionista pubblico e l’indirizzo delle politiche industriali che dovranno promuovere lo scalo”. Lo afferma il segretario del Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando l’offerta del fondo di investimento F2i.

Share Button

Comments are closed.