06/12/2022

Sono già 137 le donne che, dal primo gennaio al 23 ottobre di quest’anno, si sono rivolte al centro antiviolenza di Sos Rosa, a Gorizia. I numeri sono stati presentati in Municipio dalla presidente e dalla segretaria del sodalizio, Francesca Vuaran e Lucia Salatei, e dall’assessore alle Pari opportunità, Marilena Bernobich, insieme alle iniziative per la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, in programma il 25 novembre. A Gorizia, in particolare, quest’anno sarà inaugurata una panchina rossa dedicata alla memoria di Romina Ponzalli, la giovane donna uccisa nel 2004 dall’ex compagno in un appartamento di via Garzarolli. La cerimonia è prevista sabato 23 novembre alle 10 davanti il Municipio di Gorizia e seguirà una passeggiata per le vie del centro città. Successivamente, la panchina sarà spostata nel luogo che sarà ritenuto il più opportuno.

Due appuntamenti, poi, sono previsti in sala Dora Bassi il 25 novembre e il 2 dicembre, in entrambi i casi alle 17.30. La prima data ospiterà l’incontro “Cose da uomini”, un dibattito tutto al maschile sulla realtà della violenza domestica e di genere, mentre la seconda sarà un incontro con l’autore Antonio Bondavalli, che dialogherà con la dirigente del settore Welfare del Comune di Gorizia, Maura Clementi, sui libri “Federica e basta” e “Il buio”. Infine, il 7 dicembre alle 20.30 la sala Incontro di San Rocco ospiterà una serata dedicata al teatro sociale in compagnia del regista Gennaro Ponticelli e dell’associazione “La tela del ragno”.

Venendo ai dati del contro antiviolenza di Gorizia, delle 137 donne accolte finora (nell’arco di tutto il 2018 furono 138) ben 74 si sono rivolte al centro per la prima volta e in 32 casi la denuncia è stata formalizzata alle forze dell’ordine. Tra loro 33 sono di origine straniera. Oltre alla componente psicologica, presente in tutti gli atti di violenza segnalati, in 78 casi è stata denunciata anche una componente fisica e in 30 casi economica. Si contano poi 18 casi di stalking e webstalking, e 9 di violenza sessuale o revenge porn.

Infine, i casi di violenza assistita, vale a dire le donne vittime di violenza insieme ai figli minori coinvolti, sono finora 60. “Il Comune di Gorizia ha voluto rinnovare la fiducia verso Sos Rosa per le iniziative della giornata contro la violenza sulle donne” ha commentato l’assessore Bernobich, “scegliendo anche quest’anno il sodalizio come partner per il progetto che abbiamo presentato alla Regione. I numeri in crescita non rappresentano solamente un crescendo di violenza, ma manifestano anche il fatto che le donne hanno preso coraggio e oggi, più di ieri, denunciano le violenze di cui sono vittime. Le donne hanno meno paura di reagire e questo è l’obiettivo più nobile di queste iniziative”.

Share Button

Comments are closed.