16/05/2024

Del fatto che nel comune di Rivignano Teor probabilmente si organizzino più eventi che in qualsiasi altra località, ne avevamo già parlato tempo fa. Certo la pandemia di quest’anno ha rappresentato un freno notevole anche da queste parti e alcuni eventi sono saltati, ma non appena si è potuto fare qualcosa, ecco che sono fioccati i concerti, gli spettacoli e le manifestazioni, alcune ormai storiche, altre nuove di zecca. 

Un luogo del cuore è Villa Ottelio Savorgnan, che grazie alle battaglie del Sindaco Mario Anzil e tutta la giunta, qualche anno fa sono riusciti ad ottenere in gestione da parte della Regione Friuli Venezia Giulia e ora stanno eseguendo i restauri a partire dal muro di cinta merlato, il parco e i magazzini del sale. Molto ancora c’è da fare, ma la ferma volontà e la passione di tanti giovani che insieme agli amministratori stanno realizzando il sogno di riportare la villa agli antichi splendori, consente di sperare che tutto si avveri in poco tempo. http://www.comune.rivignanoteor.ud.it/index.php?id=41738

Ormai è appurato che le vicende di Romeo e Giulietta, nella realtà si sono svolte qui tra Luigi da Porto e Lucina Savorgnan e poi romanzate a Verona, cambiando anche i nomi, per rispetto della loro privacy.

Sarebbe pertanto opportuno che, una volta completato il restauro, si promuovesse questo luogo insieme all’ormai famosa casa con balcone di via Cappello a Verona. Da anni il sito veneto è uno dei maggiori attrattori per i turisti che visitano Verona e sono stati aperti dei negozi di souvenir per turisti e altrettanto potrebbe avvenire ad Ariis.

Al momento ci sono delle aree della residenza di Ariis già pronte ad ospitare eventi con spettatori e cerimonie, per questo non perdono tempo e, dopo diversi concerti, eventi e spettacoli nel dopo Covid, il 31 luglio 2020 hanno realizzato la 2^ edizione della “Cena a Corte”. Una manifestazione simpaticissima con gli organizzatori che hanno messo a disposizione tavoli e sedie per mangiare, ma gli avventori dovevano presentarsi con i loro piatti (non di plastica), i bicchieri o meglio calici, le tovaglie e le composizioni floreali per allestire il vettovagliamento ed imbandire con classe il parco della Villa, prima di mangiare quanto si erano portati da casa. Facile direte voi, ma gli organizzatori, oltre a mettere a disposizione degli ospiti lo spazio all’aperto della dimora, hanno organizzato anche una serie di spettacoli meravigliosi per allietare la serata. 

Hanno iniziato con l’arrivo del “personale” con abiti del “500 e danzatrici  festose, prima dell’arrivo dei due famosi residenti, Lucina e Luigi, a bordo di una carrozza trainata da due cavalli bianchi che, dopo aver raggiunto il parco, ha dovuto far manovra per presentarsi davanti l’ingresso. 

Massimo Tonizzo, assessore al Turismo, Ambiente, Lavori Pubblici e Protezione Civile, ha fatto da bravo presentatore di tutta la manifestazione, dopo aver coordinato tutti i gruppi e le associazioni che si sono vestiti e hanno interpretato i personaggi medievali con sfilate e danze.

Poi c’è stata la grande sorpresa della serata con la testimonial di Villa Ottelio Savorgnan, Catine la “cabarista” (come si definisce lei da cabarettista e barista), che dal livello più alto del parco ha raccontato la sua disponibilità e riconoscenza nei confronti del Friuli, compresa la condivisione del progetto del FAI (fondo ambiente italiano) per il restauro della Villa. 

Tanti hanno collaborato per la realizzazione della Cena a Corte, ognuno con le sue competenze. Il Comitato Villa Ottelio Savorgnan, la Pro Loco Cuore dello Stella, il gruppo “La Corte di Giulietta”, Mi Ka El e gli angeli di fuoco per il finale e The Light Rivignano.

Anche la proassessore alla cultura di Rivignano Teor, Angela Piantoni, che con la sua bravura di amanuense ha scritto biglietti ricordo a richiesta con dediche e nomi. 

Quest’anno tutti possiamo votare qui https://bit.ly/VotaVillaOttelioSavorgnan per il tuo Luogo del Cuore. Si possono votare più luoghi, una volta sola. I primi 3 in classifica e il vincitore della classifica speciale dedicata a un tema diverso in ogni censimento, riceveranno un contributo economico a fronte di un progetto concreto da concordare con il FAI.  

La serata si è conclusa con uno spettacolo di giocolieri mangiafuoco che, nel giardino tra la villa e le strutture agricole con i magazzini del sale, hanno eseguito una serie di numeri e balli che hanno impressionato tutti. 

I prossimi appuntamenti in Villa ad Ariis saranno venerdì prossimo, 7 agosto, con uno spettacolo con musiche, poesia, tramonti e qualche sorpresa per gli esperimenti estivi per il riuso di Villa Ottelio Savorgnan. Ci saranno i seguenti artisti: Voce blues e chitarra classica: Chiara Domenghini; Voce soul e acustico: Tony Masala; Arpa rinascimentale e violino: Gianfranco Lugano; La Soul Orchestra con Voce lirica: Monica Saronni – omaggio a Morricone; Voce pop: Stefania Tessarin; Voce melodica: Bruno Neri; Voce pop/rock: Gigi Tessarin; Tastiere: Andrea Valentinis; Organo Hammond: Gianni Gnesutta; Batteria: Ivano Castellani; Percussioni: Carlo Zampa; Chitarra: Gigi Tessarin; Basso e contrabbasso: Piero De Martin; Sax basso tuba: Giacomo Micoli; Sax contralto: Ettore Venuto; Sax tenore: Federico Biasutti; Tromba: Gabriele Marcon; Tromba: Francesco Fasso. Sempre con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti e spettatori muniti di mascherina.

Giovedì 20 agosto 2020 dalle ore 19:00 alle 20:30 altro spettacolo con Shakespeare in Musica, organizzato dal Piccolo Opera Festival e sabato 29 agosto 2020 il QUARTETTO SINCRONIE con Houman Vaziri violino, Agnese Maria Balestracci violino, Arianna Bloise viola e Maria Miele violoncello. Il programma prevede: Ludwig van Beethoven (1770-1827) – Quartetto op. 18 n. 3; I. Allegro II. Andante con moto III. Allegro IV. Presto Bruno Maderna (1920-1973) – Quartetto per archi. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. 

Per restare aggiornati sui prossimi eventi in Villa consigliamo di seguire la pagina https://www.facebook.com/VillaOttelioSavorgnan/

Share Button

Comments are closed.