15/05/2024

La denuncia della Fns Cisl Fvg

CISL DENUNCIA: VIGILI DEL FUOCO, E’ CARENZA IN FRIULI VENEZIA GIULIA

Romaniello: “Messe a rischio le attività ordinarie di sicurezza: servirebbero almeno altri 100 operatori”

Grave carenza di vigili del fuoco in Friuli Venezia Giulia, tanto che la Fns Cisl regionale non nasconde la sua preoccupazione per la  gestione delle attività ordinarie di sicurezza dei cittadini e del territorio regionale, che richiederebbe almeno un centinaio di operatori  in più.

“Soprattutto in un momento di emergenza climatica come quello che stiamo affrontando – commenta il segretario della Fns Cisl, Vito  Romaniello – è prioritario garantire la sicurezza: per farlo, il personale attuale, fortemente sotto-organico, si trova costretto a  svolgere turni estenuanti e a rinunciare ai propri riposi settimanali e alle ferie, mettendo anche a rischio la propria salute e sicurezza”.

Per questo motivo, la Fns Cisl sollecita il Direttore Regionale Agatino Carrolo e le autorità istituzionali e politiche a prendere  provvedimenti urgenti per incrementare gli organici dei vigili del fuoco, investendo nelle risorse umane necessarie per far fronte alle  esigenze quotidiane e straordinarie.  

“Restiamo fiduciosi – dice Romaniello – nel fatto che le autorità competenti daranno la dovuta attenzione a questa grave problematica  e adotteranno, con urgenza, le misure necessarie per risolverla”. Di fronte a questa situazione critica – si legge in un comunicato  stampa – la Fns Cisl Fvg si vedrà costretta a rivolgersi anche al commissario prefettizio di Trieste per portare avanti la sua istanza di  incremento di almeno un centinaio di vigili del fuoco in Friuli Venezia Giulia. Resta – conclude il comunicato cislino – il ringraziamento  ai vigili del fuoco per l’abnegazione e l’elevata professionalità che stanno dimostrando negli interventi.

Share Button

Comments are closed.