30/11/2022

E’ una delle salite più dure della Carnia, diventata celebre anche fuori dai confini regionali.  Un tracciato, quello del monte Crostis con la Panoramica delle Vette, portato in auge dal patron delle tappe friulane della Corsa Rosa, Enzo Cainero, che nel 2019 potrebbe diventare terra di conquista per il Giro d’Italia femminile. Intanto, a transitare sui tornanti del Crostis e sui 7 chilometri di sterrato della Panoramica delle Vette, saranno le Vespa d’epoca nell’ambito della seconda Audax del Friuli. L’appuntamento è fissato per il mese di settembre, tra venerdì 14 e domenica 16. La scalata al Crostis avverrà da Comeglians, sabato 15 settembre. Ma non sarà, questa, l’unica salita che gli appassionati del mito Piaggio dovranno affrontare: nei tre giorni di Audax saranno percorsi 370 chilometri con partenza da Aviano, salita al Piancavallo, passaggio per Passo Rest, Cason di Lanza e Sella Nevea.

La manifestazione è organizzata dal Vespa Club Aviano.

Gli appassionati di Vespa  arriveranno in Friuli da ogni parte d’Italia oltre che da Austria, Belgio, Svizzera e Germania.

I partecipanti utilizzeranno solo Vespa d’epoca, prodotte tra il 1948 e il 1959. Sulle strade del Friuli, quindi, transiteranno solo le mitiche Faro Basso e i Gs. Si partirà da Aviano dopo le operazioni di punzonatura alla volta di Piancavallo. Qui ci si fermerà per una notte prima di ripartire, sabato, in direzione Barcis, Poffabro, Passo Rest, Carnia, monte Crostis, Paularo, Cason di Lanza, Pontebba e Tarvisio, con la sfilata per le vie del centro e l’arrivo in piazza Unità. Dopo un’altra notte in hotel, la giornata conclusiva vedrà protagonisti Sella Nevea, Venzone, Bordano, Sequals, Maniago e di nuovo Aviano.

Nel 2018 sarà l’unica Audax vespistica organizzata in Friuli Venezia Giulia, regione che fin dagli albori del mito Vespa, alla fine degli anni ’40, ha sempre avuto una grande tradizione e un gran numero di appassionati.

Share Button

Comments are closed.