18/08/2022

“La Valcanale rappresenta il compendio di una delle ricchezze della nostra regione, ovvero il plurilinguismo: il modo nel quale qui viene promosso dovrebbe essere da esempio per tutti i territori nei quali sono diffuse le lingue di minoranza”.

È il commento dell’assessore regionale all’Istruzione, Alessia Rosolen, al termine della visita compiuta a quattro istituti scolastici della Valcanale nel corso della quale sono state illustrate le attività didattiche sperimentali e il metodo di insegnamento nelle lingue minoritarie friulana, slovena e germanica.

A tale proposito l’assessore Rosolen ha anticipato che intende richiedere al Ministero dell’Istruzione il riconoscimento delle attività di sperimentazione sulla scuola trilingue e ha annunciato di avere già richiesto al ministro Bussetti attenzione sugli studenti trasfrontalieri.

Rosolen ha altresì rassicurato sulla volontà di prevedere nella nuova legge regionale sull’istruzione, in accordo con l’assessore alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti e con la compartecipazione degli organi della minoranza slovena, di quella tedesca e dei fondi per la lingua friulana, la stabilizzazione della sperimentazione.

“La Regione – ha ricordato Rosolen – attraverso la legge di stabilità ha infatti già assegnato i fondi necessari alla prosecuzione delle attività sperimentali avviate nella Valcanale

Share Button

Comments are closed.