24/09/2022

Sarà la più grande piazza di Udine ad ospitare la Sesta edizione, il 26 – 27 e 28 maggio, del Mercato Europeo del commercio ambulante organizzato dalla FIVA Confcommercio (Federazione italiana dei venditori ambulanti e su aree pubbliche) con il patrocinio del Comune di Udine. Per questo cambio di location rispetto alle edizioni precedenti che vedevano il mercato snodarsi a serpentone da nord a sud nelle vie centrali di Udine, l’atteso e consolidato appuntamento diventa “Piazza Europa”, con nuovi espositori per completare un parterre che va oltre i 150 stand e bancarelle, nuove specialità da scoprire e nuovi sapori da gustare, il tutto racchiuso dalle ore 9 alle ore 24 nella splendida e napoleonica cornice di piazza 1° Maggio. Una scelta opportuna per diversi motivi, dalla comodità del nuovo parcheggio al recupero e rilancio di un luogo circolare per gli eventi, nella più storica tradizione delle città italiane.

(ndr)Di questo cambio di “location”, che comunque rimane sempre “centrale” potrebbe in parte soffrirne il centro storico udinese, ma va anche sottolineato che se questo accade è perché Udine deve affrontare seriamente ed immediatamente il grande tema del rilancio del cuore della città, in termini continuativi e strutturali. Obiettivo che non può essere raggiunto solamente con eventi a cadenza annuale. Questi, invece, è giusto che gravitino in luoghi deputati come, appunto le piazze, e poi interagiscano con progetti cittadini più complessivi e permanenti.

Tornando a Piazza Europa, come sempre l’enogastronomia è il punto di forza con le proposte, ormai attese, delle diverse tradizioni culinarie d’Europa e del mondo: dal gulasch alla paella, dai cupcakes inglesi ai biscotti al burro olandesi e bretoni, dal caviale rigorosamente russo ai formaggi olandesi o francesi, dalla farinata agli arrosticini, passando dalle degustazioni delle birre artigianali italiane a quelle europee. Tra le novità le specialità valdostane, portoghesi e, oltreoceano, quelle venezuelane che si aggiungono al Kurtoskalacs (un dolce Ungherese) e allo stand della “risotteria”.

Prelibatezze gastronomiche a parte Piazza Europa riserva new entry con l’artigianato tibetano e le ceramiche artigianali spagnole e tunisine, e poi i boomerang e, per la cura della persona, gli olii essenziali e da massaggio e la cosmesi bio che vanno ad affiancarsi ai noti espositori di telerie, modernariato russo, vintage francese, profumi provenzali ed egiziani, oggettistica e abbigliamento nordico, senza dimenticare le lavorazioni manuali in legno e vimini.

Share Button

Comments are closed.