11/06/2024

Di Marco Mascioli 

Sono meno di 2.800 i turriachesi, ma vantano ottimi rapporti con i vicini residenti nei Comuni di Pieris, San Canzian d’Isonzo, San Pier d’Isonzo e fino a Monfalcone, giacché proprio a Turriaco hanno un impianto polisportivo di prim’ordine. La piccola località di Turriaco si sviluppa tra il fiume Isonzo e la testata pista dell’aeroporto di Ronchi dei Legionari (eccellente posto per vedere decolli e atterraggi). 

Intorno al piazzale Atleti Azzurri d’Italia c’è un campo da calcio, football americano e Rugby in erba e uno leggermente ridotto in prato sintetico, perfetto per tutte le stagioni, due campi da calcio a 5 polivalenti, dove si gioca anche a tennis, un tracciato per biciclette o skateboard e il rinnovato campo da pallacanestro e pallavolo, attrezzato anche per il Baskin (basket inclusivo), oltre al palasport multifunzionale Marson inaugurato un paio d’anni fa. Insomma un’area attrezzata per tanti sport, con un parco ombreggiato e un chiosco, da far invidia a tante capitali. 

Sabato 13 maggio, incredibilmente con una splendida giornata di sole, c’è stato il taglio del nastro per il campo di Baskin con il nuovo rivestimento sintetico, insieme alla Nuova Basket Isonzo, società che ha contribuito alla realizzazione, essendo risultata beneficiaria di un contributo regionale. L’intervento è stato quello di rimettere a nuovo il fondo in asfalto, rivestito da resina e dipinto in superficie con i colori della squadra di Baskin. 

Oltre alla squadra Carpe Diem Baskin di Pieris, il Vicesindaco Reggente dello sciolto consiglio comunale  Nicola Pieri,  (il Sindaco dimesso era presente in qualità di consigliere regionale di minoranza) Enrico Bullian, accompagnato da altri consiglieri come Diego Moretti e Diego Bernardis, ma anche il formatore nazionale e delegato regionale Fvg dell’Eisi (Ente Italiano Sport Inclusivi) Alberto Andriola, Roberto Tonca vicepresidente della Cassa Rurale Fvg e una delegazione del gruppo spontaneo Uliu Bisiac (“Olio Bisiacco” dalle olive dei nostri giardini per la solidarietà). 

Ovviamente era presente anche l’allenatore Eric Franceschini che ha organizzato una partitella dimostrativa di Baskin, insieme alla presidente della Nuova Basket Isonzo, Paola Ferfoglia, che ha voluto ricordare l’allenatore Fabio Zuppar (mancato poco tempo fa) con la deposizione di una rosa sul canestro più basso.

Nei discorsi ufficiali per l’inaugurazione sono stati ricordati giustamente anche gli sponsor privati che hanno  contribuito economicamente ai lavori di rinnovo del campo. Adesso il baskin si potrà giocare anche all’aperto, oltre all’interno del palasport di Turriaco. 

Share Button

Comments are closed.