13/06/2024

Torna anche nel 2023 con una tre giorni ricca di attività tra cultura, sport, Fashion Art e ambiente che riconferma la manifestazione triestina “Mare Nordest” giunta alla dodicesima edizione quale punto di riferimento per le attività del mare dell’intera area dell’Alto Adriatico.

L’edizione 2023, che si terrà dal 26 al 28 maggio, è stata presentata   in Sala Giunta dall’Assessore alle Politiche della cultura e del turismo, Giorgio Rossi nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta alla presenza dell’Assessore regionale alla Difesa dell’Ambiente, Fabio Scoccimarro, di Tiziana Tassan (CEO), Roberto Bolelli ed Edoardo Nattelli (General Manager) della società sportiva Mare Nordest, del Testimonial, l’atleta paralimpico Matteo Parenzan Campione del mondo di Tennistavolo 2022 e (in videocollegamento) del Presidente dell’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee, Paolo Ferraro, del Vicedirettore del Museo Nazionale dell’Antartide, Gianguido Salvi, del Tenente di Vascello Onofrio Bongermino, Capo sezione operativa della Capitaneria di Porto di Trieste, di Alessandro Albanese del Centro Studi Astronomici Antares, della fiber artist Giuliana Balbi, della visual artist Qing Yue e di Silvio Maranzana, Direttore di Nord Adriatico Magazine e Maurizio Stefani. Moderatore, il giornalista Francesco Cardella. 

Quest’anno, ad accogliere il pubblico, sarà una doppia tensostruttura allestita in Piazza dell’Unità d’Italia dove si potrà assistere a incontri, conferenze, seminari (a ingresso libero) e laboratori per bambini e pubblico in genere a cura del Polo composto dai partner scientifici (Università degli Studi di Trieste, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS, Museo Nazionale dell’Antartide – MNA), Centro Studi Astronomici Antares e VisitMalta grazie ai percorsi di innovazione sociale  promossi dalla Fondazione Pietro Pittini e coordinati Monica Rana, Environmental Outreach e Manuela Rizzo, Educational Outreach di Mare Nordest.

Anche nel 2023 vengono riproposte la Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee a cura dell’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee, giunta alla seconda edizione e la Cerimonia di conferimento dei premi “Tridente d’Oro”.

Tra i premiati – svelati dal Presidente dell’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee, Paolo Ferraro – spicca Theo Mavrostomos, altofondalista francese che è l’uomo che ha raggiunto la maggiore profondità equivalente sottomarina toccando i 701 metri di pressurizzazione in ambiente iperbarico, anche parzialmente allagato.

Riceveranno il riconoscimento e terranno conferenze sulle proprie materie di competenza anche il biologo Roberto Danovaro, che ha partecipato a oltre 40 spedizioni scientifiche e campagne oceanografiche; Giuseppe Antonio Mastronuzzi, già delegato italiano in diversi progetti di IUGS – UNESCO sulla dinamica delle coste e variazioni del livello del mare e Francois Sarano, capo spedizione del comandante Jacques-Yves Cousteau con cui ha partecipato a una ventina di spedizioni a bordo della nave Calypso.

Creato nel 1960 e considerato il “Nobel delle attività subacquee”, in oltre sessant’anni sono stati insigniti del Tridente d’Oro oltre 200 personaggi famosissimi, tra i quali spiccano i nomi di Jacques-Yves Cousteau, Walt Disney, Folco Quilici, Jacques Piccard ed Enzo Maiorca.

Alla II Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee e alla Cerimonia di conferimento del Premio Tridente d’Oro parteciperanno in veste di relatori personalità di grande levatura che contribuiranno alla diffusione della cultura del Mare e alla valorizzazione dell’Adriatico, come il Video Fotoreporter Piero Mescalchin con alle spalle 3mila immersioni nell’Alto Adriatico, Neven Lukas, ex Presidente della Croatian Diving Federation-HRS e membro delle spedizioni sui relitti della corazzata Szent Istvan e del bombardiere B-17 della Seconda guerra mondiale “VIS Flying Fortress e Massimo Capulli, che ha condotto per l’Università degli Studi di Udine la prima campagna di archeologia subacquea lungo il versante marino dell’isola del Lido di Venezia.

Nel corso della Rassegna verrà conferito anche l’Academy Award – equivalente del Tridente d’Oro riservato alle organizzazioni – all’Azienda produttrice C.A.B.I. Cattaneo SpA (Italia).

“Come Regione FVG – ha dichiarato l’Assessore Fabio Scoccimarro – siamo felici di sostenere una manifestazione come Mare Nordest, che si svolge ogni anno contribuendo a valorizzare il Golfo di Trieste e quindi tutti gli sport del mare – e quest’anno in particolare la disciplina del nuoto pinnato -, ma anche la subaquea con il corollario di interessanti iniziative scientifiche, artistiche e culturali, incontri, laboratori e attività didattiche, con particolare attenzione all’educazione ambientale. In considerazione anche dell’impegno sociale e ambientale di Mare Nordest, non posso quindi che essere favorevole e offrire il mio sostegno come Assessore regionale con delega alla Difesa dell’ambiente, energia e sviluppo sostenibile, affinchè manifestazioni come questa crescano di anno in anno”.

L’Assessore Giorgio Rossi ha ricordato come la manifestazione, giunta alla dodicesima edizione, si caratterizzi per “proporre tutta una serie di iniziative legate al mare e in particolare all’attività subacquea” e sottolineato la rilevanza della presenza all’interno dell’evento della premiazione dei Tridenti d’Oro. Rossi ha rimarcato  anche le importanti attività parallele che vanno “dalla diffusione della cultura del mare alla lotta all’inquinamento alle plastiche e la particolare attenzione da sempre riservata da Mare Nordest alle persone con disabilità”. 

“Tra pochi giorni – ha anticipato il Presidente dell’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee, Paolo Ferraro – rinnoveremo il nostro appuntamento con la 12^ edizione di Mare Nordest e la 2^ Rassegna Subacquea Internazionale di Trieste. Trieste ha raccolto il testimone delle Rassegne Subacquee Internazionali nate a Ustica 64 anni fa.  Le Rassegne sono l’occasione per fare il punto sugli sviluppi della tecnologia subacquea, sulle ricerche attinenti le varie discipline di questo mondo da quelle mediche a quelle biologiche, dalle archeologiche alle geofisiche, e così via”. 

  in campo storico, si terranno le conferenze “La storia della Viribus Unitis e il suo affondamento a Pola” a cura del giornalista Ugo Gerini e “Il relitto dello Scirè – 15 anni di studi e ricerche” a cura di Fabio Ruberti.

La ricerca interdisciplinare sul tragico affondamento del Regio sommergibile italiano Scirè unisce e integra l’aspetto storico con quello archeologico e subacqueo, svelando, oltre a una precisa contestualizzazione degli eventi, anche appassionanti aspetti ben poco conosciuti sulla vicenda e delineando il protocollo da usare nello studio di relitti contemporanei in acciaio di grande valore storico come appunto lo Scirè.

Una tavola rotonda sulle opportunità dello Scuttling (affondamento controllato di navi con finalità di rivalorizzazione ambientale-naturalistica) nel corso della quale verrà illustrato il progetto Parco Navale di Trieste che nasce con l’obiettivo di valorizzare in ogni suo aspetto l’ambiente marino del Golfo creando proprio un artificial reef vedrà la partecipazione del Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Sen. Claudio Barbaro e di Ester Tamasi, Direttore per l’Italia di VisitMalta.

Una serata, dal titolo “Navigando in un Mare di Stelle” sarà dedicata all’osservazione e alla ripresa fotografica del Cosmo con l’utilizzo di telescopi dal Molo Audace in collaborazione con il Centro Studi Astronomici Antares Trieste.

Adriano Morettin, già campione italiano di Safarifotosub, introdurrà il pubblico al mondo della fotografia subacquea in un incontro dal titolo “Un Mare di scatti nell’Alto Adriatico”.

 In tema ecologico-ambientale, in collaborazione con la fiber artist Giuliana Balbi, la visual artist, fotografa e scrittrice Qing Yue, le stiliste Maja e Petra Oblak e la designer Gaja Hanzel verrà organizzata la sfilata “Trieste Sustainable Fashion – Sfilare Il Mare” dedicata alla salvaguardia e al rispetto del mare. L’evento vedrà la partecipazione della poetessa Eva Surma, membro dell’Associazione internazionale P.E.N. – Poets, Essayists, Novelists.

In ambito sportivo, l’Asd Aqua Team Ghise di Muggia organizzerà la 1ª edizione della gara nazionale di Nuoto Pinnato Fondo sulla distanza di 3000 metri “Trofeo Mare Nordest” aperta a tutti i nuotatori pinnati della 2ª e 3ª categoria, juniores, seniores e master e il Trofeo Aqua Team Ghise, gara promozionale valida per il Campionato provinciale e regionale del Friuli Venezia Giulia.

Tra gli ospiti dell’evento si segnala infine la redazione di Nord Adriatico Magazine, periodico trimestrale che si occupa di attualità, economia e storia del porto e del golfo di Trieste e Monfalcone.

 Mare Nordest, che gode del patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, si svolge in co-organizzazione con la Regione Friuli Venezia Giulia (che ospiterà nel Salone di Rappresentanza la cerimonia inaugurale di venerdì 26 maggio) e il Comune di Trieste e in collaborazione con PromoTurismoFVG. 

Share Button

Comments are closed.