26/11/2022

Ci troviamo in un momento di crisi e il fatto di potere festeggiare la ristrutturazione di uno dei più importanti e suggestivi palazzi di Udine deve essere oltre che un segno di fiducia anche una scommessa per rendere attrattiva come merita la bellissima citta’ di Udine – così il presidente della Regione Renzo Tondo in occasione dell’inaugurazione dei lavori di restauro che hanno riportato alla bellezza originaria il palazzo di via Manin sede della Filologica Friulana, che nella speranza del presidente della “Socie” Lorenzo Pelizzo dovrà diventare la “casa della cultura friulana”, riprendendo così quell’idea che già nel 1986 l’allora presidente Mizzau aveva lanciato proprio in occasione dei restauri post terremoto.

I lavori di ristrutturazione sono stati già, del resto, un esempio di sinergia e collaborazione tra istituzioni: vi hanno contribuito Regione, direzione regionale del Ministero per i Beni e le attività culturali, Fondazione Crup.

“Anche per quanto riguarda la Regione – ha sottolineato Tondo – i finanziamenti sono stati oggetto di una continuità tra la giunta attuale e quella precedente, ciò a dimostrare che sui temi importanti vi è sempre convergenza”.

Il presidente della Regione – che ha articolato il suo discorso in friulano – ha ricordato le numerose inaugurazioni di opere pubbliche a servizio della cultura e dell’istruzione che sono state celebrate in questi giorni nel capoluogo friulano, “tutti tasselli importanti – ha detto – per confermare la attrazione
anche turistica e dunque economica di Udine e per contribuire a fare conoscere fuori dai nostri confini la bellezza di questo e di altri centri del Friuli”.

“Qui in questa prestigiosa sede della Filologica c’è il germe del rilancio della nostra comunità, qui si respirano i valori dei friulani onesti, saldi e lavoratori: sono le radici che ci permetteranno di uscire da questo momento difficile”, ha concluso Tondo.

E’ stato il presidente Pelizzo a ricordare la storia del palazzo, le nuove scoperte archeologiche e le tappe del restauro.

I lavori di ristrutturazione iniziati nel marzo del 2009 sono stati finanziati dalla Regione con un primo lotto di 386 mila euro concesso nel 2007 dalla Giunta Illy e con un secondo lotto di 510 mila euro dalla Giunta Tondo.

Molto partecipata la cerimonia, che è iniziata con la benedizione dei locali da parte dell’arcivescovo di Udine, Andrea Bruno Mazzocato. Ad accompagnare nel sopralluogo ai locali di palazzo Mantica le autorità il presidente Pelizzo e il direttore Feliciano Medeot. Sono intervenuti il sindaco Furio Honsell, il prefetto di Udine Ivo Salemme, il presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini, il presidente della Fondazione Crup Lionello D’Agostini, presenti l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Molinaro, il presidente della Arlef Lorenzo Zanon, l’on. Flavio Pertoldi, i consiglieri regionali Franco Iacop e Ugo De Mattia, l’assessore provinciale Adriano Ioan.

Fonte ARC/EP

Share Button

Comments are closed.