17/06/2024

Nei primi tre mesi del 2015 aumenta la fiducia delle imprese del commercio, del turismo e dei servizi del Friuli Venezia Giulia con riferimento sia alla situazione economica generale del Paese sia all’andamento della propria attività economica. La congiuntura, per quanto ancora lontana dai livelli pre-crisi, raggiunge il livello più elevato dal 2011 a questa parte. Per il secondo trimestre di seguito, il miglioramento della fiducia degli imprenditori coincide con un effettivo riscontro sul fronte dei ricavi delle imprese e con lo stabilizzarsi dell’indicatore congiunturale relativo all’occupazione, che dopo diversi trimestri non fa registrare un peggioramento. Si rafforza anche la capacità delle imprese di fare fronte ai propri impegni finanziari. Aumenta la percentuale delle aziende che nei mesi di gennaio, febbraio, marzo 2015 hanno ottenuto il credito del quale avevano bisogno. Quanto al Jobs act, le imprese del terziario del Friuli Venezia Giulia ritengono che sia ancora prematuro esprimere un giudizio. Prevale tuttavia l’ottimismo circa la possibilità di effettuare nuove assunzioni grazie alla nuova norma. Il 6% circa delle imprese del terziario Fvg ha già utilizzato il «Jobs Act» e lo ha fatto prevalentemente per assumere nuovo personale a tempo indeterminato. E’ questa la fotografia presentata in occasione dei 70 anni di Confcommercio in Castello a Udine. Tra gli intervenuti anche il presidente nazionale Carlo Sangalli per il quale il 2015 “può essere proprio l’anno della ripresa, grazie anche a Expo e Giubileo”.

Share Button

Comments are closed.