11/06/2024

Cividale del Friuli, ottore 2022 – “Studiare in Friuli” è il progetto di interscambio per i discendenti dei corregionali all’estero promosso dal Convitto Nazionale “Paolo Diacono” e dall’Ente Friuli nel Mondo e realizzato grazie al sostegno di Fondazione Friuli, Regione FVG, CiviBank e Comune di Cividale del Friuli.

Nell’ambito del progetto, una delegazione istituzionale costituita da rappresentanti di enti locali e scuole di secondo grado provenienti dall’Argentina, accompagnata dal senatore Dionisio Scarpin, ha fatto visita al Convitto Nazionale “Paolo Diacono” per incontrare i 14 ragazzi vincitori di borsa di studio che, grazie ad una cordata di sponsor istituzionali, soggiorneranno per l’intero anno scolastico presso l’istituzione educativa cividalese frequentandone i Licei annessi o altre Scuole del territorio regionale.

Il Convitto Nazionale alza l’asticella nella ricerca di una formazione di eccellenza, e quest’anno rilancia i rapporti internazionali con partner strategici, con l’obiettivo di favorire una ricaduta nell’ambito della dimensione linguistica e culturale per l’Istituto stesso e per il territorio in cui è inserito. Il Progetto “Studiare in Friuli”, rivolto ai discendenti dei corregionali all’estero, mette a disposizione borse di studio per giovani dai 15 ai 17 anni; attualmente sono 14 gli studenti argentini che alloggiano in Convitto e frequentano le scuole superiori del territorio, e altri sei ne arriveranno a gennaio.

Tra le finalità del progetto c’è quella di rinforzare i legami con il territorio d’origine e di creare un ponte culturale; Come ha osservato il Rettore/Dirigente Scolastico del Convitto Alberta Pettoello: “Studiare in Friuli favorisce una formazione rivolta all’internazionalità, all’interculturalità e alla conoscenza delle lingue locali e comunitarie e, in particolare, contribuisce a rinsaldare i rapporti delle comunità dei corregionali all’estero con la loro terra natia. I ragazzi ci stanno dimostrando che queste relazioni hanno un elevato valore formativo e contribuiscano alla creazione dell’identità dei futuri cittadini del mondo”.

Share Button

Comments are closed.

Open