02/10/2022

Passione o meglio “we are passion”, espressione che l’imprenditore 47enne Armando Donazzan,originario di Bassano del Grappa, utilizza per definire il suo mondo, non è il frutto di di diaboliche strategie di marketing o di comunicazione aziendale che forgiano concetti tanto potenti quanto, molto spesso, falsi.

Niente di tutto ciò. Per capirlo è necessario, però, guardare dritto negli occhi questo imprenditore veneto dal largo e disarmante sorriso. E non è poi così difficile incontrarlo, questo sorriso, se pensiamo a quanto Armando Donazzan si spende in termini personali per confrontarsi ogni giorno con i suoi collaboratori e per incontrare il mondo esterno.
2Valli-2017-lowres-0167 (Small)

La passione è quindi uno status mentale e spirituale molto vicina ad una genuina condizione d’essere che, nel caso di Donazzan anche alimenta a getto continuo un’ambizione imprenditoriale che lo ha portato a capo di una holding, l’Orange1, in continua espansione dal 1998, anno in cui Donazzan ha assunto le redini dell’azienda fondata dal padre, Leone Donazzan, nel 1971, per la riparazione ed avvolgimento di motori elettrici e che ebbe fortuna negli anni 80 e 90.

Sotto la guida del figlio Armando l’azienda ha intrapreso una serie di politiche finanziarie e commerciali e di acquisizioni che hanno innalzato il livello di competitività e visibilità, puntando a nuovi segmenti di mercato, ad aumentare la capacità di produzione e le “performances” tecnologiche nel settore degli avvolgimenti per motori elettrici e della costruzione dei motori stessi. Nel 2012 il gruppo industriale prende il nome di Orange1 e due anni dopo entra anche nel settore della pressofusione dell’alluminio ed in quello delle tornerie metalliche di alta precisione.

2Valli-2017-lowres-0130 (Small)
Nel 2016 nasce Orange1 racing che pone Donazzan con il team Lazarus al centro della sfide sportive non solo del basket ma dei motori, nel campionato italiano rally e, con le Lamborghini, nel Blancpain GT endurance cup e sprint cup. L’ hospitality motorhome di Orange1 racing diventa accanto alle piste d’Europa e d’Italia, non solo un approdo tecnico organizzativo ma una cittadella aperta alle relazioni con tutti.

In occasione del rally 2Valli di Verona, valido per l’assegnazione del titolo italiano, al quale il team Orange1 è giunto con prospettive di vittoria , poi deluse da una foratura, Armando Donazzan, comunque prodigo di incoraggiamenti e sorrisi per le prossime sfide, ha annunciato l’ulteriore potenziamento del settore pressofusioni in alluminio, grazie all’accordo raggiunto con le industrie lombarde Pasotti che ha portato alla creazione di Orange1 Foundry, con il fatturato globale che sale così a 200 milioni di euro. Oggi il gruppo Orange1 vanta 14 acquisizioni, 13 società, 1200 dipendenti e 11 stabilimenti, produce più di un milione di motori elettrici asincroni ad alta tecnologia monofase e trifase, 5 milioni di avvolgimenti e trasforma 20 mila tonnellate
di alluminio all’anno.

A Verona nell’hospitality motorhome di Orange1 Donazzan ha voluto organizzare
a corredo del rally 2valli, alcune iniziative che hanno conferito valore aggiunto. Dall’esibizione della soprano Antonella D’Amico e del tenore Simone Zampieri accompagnati dalla pianista Vittoria Primavera, a due incontri, uno con Alberto Vedelago sull’eleganza e l’altro con Sebastiano Zanolli su come coltivare il talento. Dal Rally terapy che ha dato la possibilità a ragazzi disabili di sedere accanto ai piloti del team Orange1 al recruiting day per offrire opportunità di lavoro ai giovani nelle aziende Orange1. Della tre giorni veronese ospiti anche l’assessore della regione Veneto, Elena Donazzan, il regista sceneggiatore Alessandro Pondi, la sua fatica più recente il film “” l’attrice Monica Vallerini, il direttore sviluppo di Lamborghini Maurizio Reggiani. Come sempre l’assist enogastronomico è stato assicurato dai vini friulani Specogna e i prosciutti Levi di San Daniele.
IMG_2383 (Small)

 LE RISPOSTE DI  ARMANDO DONAZZAN ALLE DOMANDE CHE GLI ABBIAMO RIVOLTO  SI POSSONO ASCOLTARE NEL SERVIZIO AUDIOVIDEO.

Ad Armando   Donazzan abbiamo chiesto
se dall’inizio dell’esperienza con i motori la sua “passion” si sia arricchita di nuove sfumature..

Nel mondo delle gare automobilistiche Armando Donazzan è fortemente impegnato fisicamente, economicamente ed emotivamente insieme al suo team in due campionati, uno europeo e una italiano…ma Donazzan è anche persona concreta ed efficiente nella guida delle sue aziende ed è presente per la famiglia. come fa a conciliare tutto questo?…

il mondo delle competizioni motoristiche cosa significa per Armando Donazan… uno sprone per se stesso, per i suoi collaboratori, passione o lo sport è un mezzo come altri per costruire aziendalmente relazioni ed esasperare il concetto di competitività…

tutta questa fatica, e parliamo sempre di impegno nello sport, quando si potrebbe raggiungere un buon risultato con una presenza passiva, magari con qualche cartellone orange1 lungo le piste invece di condividere fino in fondo le gioie della vittoria e le delusioni delle sconfitte con piloti e meccanici…

Parliamo di imprenditoria. Continuano le acquisizioni di Orange1… non si tratta di avventurismo imprenditoriale ma disegno strategico complessivo e compatibile con la storia e settore produttivo di queste aziende .. . Però ci sono anche altri fattori che si chiamano scommessa, sfida, voglia di vincere…e spostare sempre più in alto l’asticella…

nel 2018 Ruggiti di Passione sarà anche il titolo di un libro…che Stefania Amodeo sta curando per Armando Donazzan…siamo a metà dell’opera..che cosa ci darà e chi vuole rivolgersi…

Ogni uomo o donna che accetta sfide nella vita si rifa ad un esempio, ad un riferimento, ad un maestro di cui si sente un po’ discepolo. chi è o chi sono per Armando Donazzan?…

servizio a cura di Gianfranco Biondi

Share Button

Comments are closed.