23/07/2024

Tra gli scarti degli asparagi si nasconde una risorsa preziosa, sa sempre utilizzata nella tradizione culinaria veneta: è lo scalz, la parte dell’asparago più vicina alla radice, e quindi più dura, che nella cucina di una volta veniva utilizzata per preparare i risotti. Maurizio Donadi, giovane enologo di San Polo di Piave ha avuto l’intuizione di utilizzare lo scalz al posto del luppolo, per creare una birra dal sapore delicato e amarognolo, sfruttando una straordinaria specialità agroalimentare della Marca Trevigiana, richiesta e apprezzata in tutto il mondo. Il progetto è partito tre anni fa con i primi esperimenti homemade, le prime cotte di birra in compagnia di amici e cugini.Dalla sinergia tra Eleven Trade,azienda trevigiana specializzata nella distribuzione di soft drink e spirits, Birrificio Trevigiano e Maurizio Donadi è naA così Asparagus, la prima birra all’asparago bianco IGP di Cimadolmo.
Asparagus ha trovato da subito successo e popolarità presso grandi ristoranti e rinomate enoteche d’Italia. Ora viene distribuito in una prima partita da 3.000 bottiglie direttamente al pubblico, provando per la prima volta la strada del B2C, e sfruttando anche la rete di Eleven Trade, con un occhio di riguardo al mercato asiatico in costante ascesa. “Così sarà presto possibile gustare l’asparago di Cimadolmo anche nei migliori ristoranti di Hong Kong”, si augura divertito il patron di Eleven Trade,Roby Marton.

Share Button

Comments are closed.