25/06/2024

Pordenone, 19 apr – La Regione sosterrà l’Amministrazione municipale e la comunità di Pordenone nelle azioni necessarie a proseguire nel progetto di candidatura per raggiungere

l’importante obiettivo di poter essere la Capitale italiana della cultura 2027. Una proposta che si pone in continuità con l’ormai imminente avvio del progetto regionale che vede Nova Gorica e Gorizia Capitale europea della cultura 2025.

E’, in sintesi, il messaggio che il vicegovernatore e assessore regionale alla Cultura, Mario Anzil ha voluto trasmettere alla presentazione, da parte del Comune di Pordenone alla cittadinanza, del progetto di candidatura a Capitale italiana della Cultura 2027.

Pordenone saprà essere all’altezza e la Regione è pronta ad impegnare importanti risorse economiche proprio perché questa opportunità consentirebbe alla regione di essere nuovamente alla ribalta, dopo Go2025, con un messaggio di cultura di frontiera.

Per l’assessore regionale alle Infrastrutture e territorio, Cristina Amirante presente all’evento pordenonese, la candidatura a Capitale italiana della cultura è il coronamento di un lavoro e di una visione di città che coniuga il saper fare alla crescita culturale.

Pordenone, ha dimostrato di essere una città con una storia manifatturiera che produce, innova e si sviluppa parallelamente si riconverte affiancando alla sua vocazione produttiva un’idea di futuro basata anche sulla capacità di produrre sapere e cultura facendosi riconoscere a livello nazionale.

Il raggiungimento del nuovo traguardo pone un obiettivo di crescita complessivo, non solo dal punto di vista culturale ma anche sotto il profilo della rigenerazione urbana e della sostenibilità economica, sociale e ambientale.

Share Button

Comments are closed.