16/04/2024

Via libera dalla giunta Ciriani alla convenzione che avvia ufficialmente l’esperienza del Paff, il palazzo del fumetto, presso galleria Pizzinato e villa Galvani. Comune e Vastagamma, l’associazione del fumettista Giulio De Vita cui è affidata la struttura, hanno messo nero su bianco i rispettivi impegni.

L’amministrazione comunale concede gratuitamente i locali espositivi e contribuisce con 60 mila euro alle iniziative, riservandosi di erogare un ulteriore contributo per l’anno prossimo in funzione del programma proposto.

Il Paff dovrà offrire con mezzi propri al pubblico mostre e attività formative. In particolare dovrà promuovere una esposizione permanente del fumetto, uno o più mostre temporanee annuali con importanti autori internazionali, esposizioni di nicchia, locali o sperimentali. Le attività didattiche e i workshop dovranno essere differenziati per fasce d’età, temi e momenti dell’anno. L’équipe del Paff si occuperà inoltre della apertura e chiusura degli spazi e dell’accoglienza del pubblico, della gestione del bookshop per vendere libri, cataloghi, gadgets.

Già da diversi mesi De Vita e soci – tra loro anche il fumettista Emanuele Barison – stanno lavorando per essere pronti a proporre dopo l’estate la prima grande mostra e corsi sul fumetto e le arti grafiche per bambini e ragazzi delle scuole. L’obiettivo è coinvolgere un pubblico dai 0 ai 99 anni.

Quello di Pordenone è il primo palazzo italiano del fumetto, tra i pochi esistenti in Europa per come è concepito. L’idea di fondo dei promotori è usare il fumetto come passpartout per dialogare con tutte le altre discipline artistiche, produrre cultura, fare didattica e formazione per tutti e di tutti i livelli, creare posti di lavoro.

A scommettere sul fumetto come leva di sviluppo è stato il sindaco Alessandro Ciriani” Ora abbiamo posto le fondamenta – sottolinea il sindaco – ci muoveremo passo dopo passo affinchè questo polo diventi di richiamo internazionale».

L’intesa stabilisce pure che il Comune si riservi l’utilizzo della galleria Pizzinato per altre iniziative, in particolare per la grande mostra su Il Pordenone e per una mostra all’anno negli anni successivi. Inoltre il Paff dovrà concedere, qualora vi sia l’esigenza, dieci giornate nella sala espositiva del piano terra di galleria Pizzinato e 10 giornate nell’auditorium della galleria stessa per attività proprie dall’ente pubblico o promosse con altri enti e associazioni.

Share Button

Comments are closed.

Open