11/06/2024

“Ammontano a 13 milioni e 830mila euro i contributi per il 2024 che la Regione ha destinato a sostegno di festival e rassegne nel settore del teatro, musica, danza o multidisciplinarietà, in seno ai progetti triennali 23-25, e per le attività dei teatri che rientrano nel circuito del Fondo unico per lo spettacolo nazionale (Fus) e per i progetti triennali sempre per teatri ma che non rientrano nel circuito Fus. Un impegno importante che conferma la volontà dell’Amministrazione regionale di sostenere la cultura attraverso i canali dello spettacolo e del teatro, per un arricchimento culturale e un ritorno di immagine e di ricaduta economica sul territorio per nulla trascurabili”.

Lo ha comunicato il vicegovernatore e assessore alla Cultura del Friuli Venezia Giulia, Mario Anzil, che ha portato all’attenzione della Giunta regionale tre delibere sulla specifica tematica. I provvedimenti, approvati dall’Esecutivo, dispongono il riparto delle somme stanziate a bilancio per il 2024 sulla scorta dei punteggi assegnati dalla commissione valutatrice appositamente costituita. “Le somme, peraltro, sono aumentate – ha fatto notare, sempre a margine, il vicegovernatore Anzil -; i contributi vanno a beneficio delle decine e decine di operatori culturali impegnati in Friuli Venezia Giulia, che potranno così proseguire nella programmazione degli eventi, perfezionandoli, continuando a esercitare la loro attività pluralista e polifonica, di grande e irrinunciabile arricchimento per le nostre comunità e per chi ha il piacere di visitare la nostra regione”.

Per i progetti per i festival e le rassegne dal vivo, la somma totale è di 3 mln e 150mila euro, destinata alla seconda annualità del triennio 2023-2025. Il 42,28% dell’importo è stato destinato ai festival – 1,3 milioni di euro circa -; il 29,65% andrà a supportare stagioni musicali, coreutiche o attività concertistiche – per 933mila euro circa -; il 19,55% è stato destinato alle rassegne – 615mila euro circa -; l’8,52%, infine, andrà a supportare i concorsi musicali – con 268.000 euro circa -. Per questo comparto, sono state presentate 30 domande al 30 ottobre dello scorso anno. Per i teatri (Fus), ove rientrano per espressa volontà della Regione Friuli Venezia Giulia i teatri di rilevante interesse culturale per le minoranze linguistiche – oltre al teatro lirico “Giuseppe Verdi” di Trieste, ai teatri nazionali e ai teatri di rilevante interesse culturale della nostra regione -, la somma messa a disposizione ammonta a 4 milioni e 880.000 euro

complessivamente, per la seconda annualità del triennio 2023-2025. Nella ripartizione, al “Giuseppe Verdi” va il 65,57% dell’importo; la restante parte – il 26,64% pari a 1,3 milioni di euro, supporta i teatri nazionali e di rilevante interesse culturale -. Anche in questo caso sono state esaminate le domande presentate lo scorso 30 ottobre. Sono 5,8 i milioni di euro, infine, che la Regione destina nel 2024 come contributo in seno ai progetti annuali triennali di iniziative o attività dei teatri regionali di produzione e ospitalità, ai teatri di ospitalità e per le accademie di formazione teatrale (nel circuito dei cosiddetti teatri “non Fus”). Il 41,38% della somma complessiva, pari a 2,4 milioni di euro, è stata destinata ai teatri di produzione e ospitalità; il 50%, pari a 2,9 milioni di euro, supporterà i teatri di ospitalità; la parte rimanente, di 160.000 euro – il 2,76% del totale -, è stata destinata, invece, alle accademie di formazione teatrale.

Share Button

Comments are closed.

Open