19/05/2024

Il caso di Don Contin il parroco padovano di San Lazzaro sospeso a divinis dal vescovo dopo essere stato indagato dalla magistratura per violenza privata e sfruttamento della prostituzione ha tenuto banco per mesi nelle cronache del Veneto ed in generale in quelle nazionali. Oggi la novità, lui rifiuta le ‘dimissioni’. Il sacerdote ha rifiutato l’invito della Diocesi alle dimissioni volontarie per tornare allo stato laicale. Secondo il sacerdote, le accuse nei suoi confronti non sono corrispondenti al vero. A chi gli è vicino fa sapere di voler affrontare senza paura il processo canonico. Fino ad arrivare al Supremo Tribunale della Signatura Apostolica. Insomma una vicenda che imbarazza non poco il clero Veneto finirà in sede romana.

Share Button

Comments are closed.