23/02/2024

2.186 iscritti alla mezza maratona e 1.000 alla Straudine. Con il nuovo percorso la Maratonina di Udine si conferma una delle mete agonistiche più apprezzate dagli atleti e, di conseguenza, rafforza l’effetto “trascinamento” per il popolo degli appassionati della corsa.
“E’ la gara più veloce d’Italia”, ha detto  presidente dell’AMU Paolo Bordon, dopo che l’edizione 2013 della Maratonina si è chiusa con un record:quello di Geoffrey Mutai che si è presentato in Italia per la seconda volta nella sua vita, con il suo record personale nelle gambe. Non è riuscito a raggiungerlo ma ha stabilito uno dei migliori tempi mondiali del 2013 e soprattutto ha messo la sua firma sul nuovo tempo record della manifestazione: 59’06. In solitaria il keniano ha corso con un ritmo da primato mondiale con una media intonro ai 2’45 per chilometro, come un orologio svizzero, lasciando il vuoto dietro di sé e arrivando in piazza Libertà da vincitore assoluto e beniamino delle folle. “Dal 15esimo chilometro ho sentito di più la fatica – ha detto a fine gara Mutai. – Volevo il mio record e l’ho mancato per un soffio. Grazie a Udine e ai tifosi che mi hanno sempre supportato. Prossimo obiettivo New York!”.

Share Button

Comments are closed.