11/06/2024

Ottimi risultati per la raccolta differenziata nel territorio del Medio Friuli. Sono stati tra i primi in Italia a organizzare il sistema con contenitori e sacchetti di diversi colori, i primi in assoluto con il cestino forato beige e il sacchetto per l’umido, che ha fatto vincere ad A&T2000 diversi premi.
La raccolta domiciliare si è rivelata vincente e i risultati, grazie all’impegno dei cittadini, si sta avvicinando ai massimi livelli. Il 100 % non potrà mai essere raggiunto fintanto che le leggi continueranno a controllare i conferimenti degli utenti, anziché vincolare la produzione e obbligarli a dichiarare in modo evidente e inequivocabile il destino di prodotti e contenitori.

ernimg_2922

Ci sono ancora tantissime confezioni miste, carta e plastica, vetro e carta, plastica che sembra carta e carta che sembra plastica che inducono in errore o spingono i consumatori a gettare nel secco residuo, oggetti che potrebbero essere riciclati.
A livello globale abbiamo scoperto isole enormi, galleggianti, negli oceani, che navigano intorno al mondo e sono composte di rifiuti che per disintegrarsi ci metteranno centinaia d’anni. Nulla si crea, tutto si trasforma. Ci sono alcune cose però che possono essere riciclate rapidamente. Si tratta dell’umido che grazie a un processo naturale, si trasforma in sostanza organica utilizzabile come concime per il terreno.
Un importante progetto di cofinanziamento tra la società pubblica A&T2000 S.p.A. e la Desag ecologia Scarl, società costituita dalle imprese De Vizia transfer spa, Sager S.r.l. e Risorse Bta S.r.l., ha consentito d’inaugurare l’impianto di Codroipo (UD), costruito dalla De Vizia transfer S.p.A., con fondi esclusivamente privati.

ernimg_2996

L’azienda De Vizia transfer Spa è considerata tra le eccellenze nazionali. Il gruppo, guidato da imprenditori avellinesi, ha realizzato a Codroipo un biodigestore anaerobico, capace di servire un bacino di utenza di oltre duecentomila abitanti e soprattutto tra i più innovativi nel Paese per la capacità di non impattare sulla natura. Nessun odore, nessun rischio, un grande risparmio per A&T2000 che si trasformerà in economicità per i Comuni che aderiscono al servizio e di conseguenza per gli utenti.
Le dimensioni dell’impianto sono pensate per gestire i rifiuti organici di tutta la provincia di Udine e potenzialmente anche tutta la regione.
A Codroipo questo progetto ha portato anche numerosi posti di lavoro. Sono sette i dipendenti che hanno trovato occupazione grazie alla produzione locale, 1950 in tutt’Italia lavorano per la De Vizia transfer, ma ci sono miliardi di lavoratori senza un contratto e, senza nessuna sosta, operano costantemente: i batteri.

ernimg_2966

Loro fanno ingestione di tutta l’immondizia “umida” e poi producono ammendante per il terreno e tutta la puzza che fanno in realtà è gas, che essendo contenuto in un ambiente stagno, non fuoriesce e col quale si ottiene energia elettrica, utilizzata in parte per il funzionamento dei loro apparati, il resto immessa nella rete.
Un investimento privato che si aggira intorno ai quindici milioni di euro per realizzare un’idea geniale che riesce a rendere funzionante una tecnologia all’avanguardia. Senza bruciare nulla, ma con l’aiuto dei batteri, accelerano un processo capace di produrre energia elettrica e compost di qualità, fortemente stabilizzato che può essere utilizzato come ammendante.
L’impianto di Codroipo è enorme e in occasione dell’inaugurazione ufficiale hanno aperto le porte alle autorità e ai cittadini, consentendoci di visitare tutta la struttura. In verità, come sottolineato dal sindaco Fabio Marchetti, sono già operativi da diversi giorni e, sebbene i mezzi di trasporto non circolassero durante l’evento per questioni di sicurezza, i famosi batteri, come spiegato dal direttore Alessandro Strizzolo, non hanno interrotto mai il loro lavoro. Simpatica la campagna di sensibilizzazione fatta con DESY,il batterio che spiega come produce l’energia elettrica e il compost, dai nostri rifiuti.

Marco Mascioli

Share Button

Comments are closed.