25/09/2022

La sesta edizione di Legiomania a Trieste  da venerdi 23 al 25 settembre , permette di toccare con mano la storia, grazie alle accurate riproduzioni e conoscere meglio e apprezzare le collezioni del Civico Museo d’Antichità “J.J. Winckelmann,  esaltando inoltre la suggestione di un magnifico giardino che in poche ore si trasforma in un vero e proprio accampamento romano.

 il Giardino del Capitano (l’area verde del Museo d’Antichità “J.J. Winckelmann”) verrà “conquistato” dalle legioni romane, con protagonisti i rievocatori della Legio I Italica e dell’associazione gladiatoria Ars Dimicandi.

In questa edizione, sarà la volta delle legioni di Giulio Cesare, che non si fermeranno al solo museo, ma (sabato e domenica mattina dalle ore 10.00) si sposteranno in piazza Unità per sfilare nella zona pedonale intorno alla piazza,  serrando le fila della formazione di combattimento.  I legionari offriranno inoltre uno spettacolo serale (alle ore 21.00) nel Castello di San Giusto.

Le ritualità che i rievocatori della Legio I Italica proporranno in questa edizione avranno come tema principale l’insediamento da parte di Giulio Cesare di una colonia di suoi veterani: l’Honesta missio, il congedo onorevole del veterano a cui venivano assegnate terre nella nuova colonia e il Funerale del centurione, esemplificato dalla cerimonia funebre di un centurione in congedo e decemviro della colonia di Tergeste.

Verranno anche rievocati gli Acta diurna, quando ogni mattina la legione si schierava per salutare il proprio comandante. La grande novità di quest’anno sarà però la serata nel Cortile delle Milizie del Castello di San Giusto, dove, dalle ore 21 di sabato 24 settembre, saranno indetti i LUDI CESARIANI

Il governatore Gaio Giulio Cesare  decorerà alcuni legionari per il coraggio dimostrato nello scontro con gli Iapodi.

Nel giardino del Museo d’Antichità, accanto all’accampamento, i rievocatori offriranno al pubblico informazioni in diverse postazioni didattiche. I temi affrontati saranno: l’Evoluzione degli armamenti romani attraverso i secoli; la religione, il culto privato e pubblico; La cosmesi e la lavorazione dell’ambra; Il fabbro, La musica, I giochi da tavolo e La groma, come si costruiva un castrum. Infine il magister sartorum illustrerà l’abbigliamento civile e militare.

 L’ingresso alle iniziative è gratuito.

Share Button

Comments are closed.