18/05/2024

L’assessore regionale alle infrastrutture, Graziano Pizzimenti, ha presentato al sindaco di Aquileia, Emanuele Zorino, l’attesa variante, studiata dalla Regione, per togliere il traffico dal centro e soprattutto dalle aree archeologiche, in particolare del foro romano, oggi tagliato in due da un’arteria, la via Giulia Augusta, segnata da un passaggio di mezzi a motore decisamente sostenuto, sulla direttrice Cervignano del Friuli-Grado.

L’opera è fondamentale per favorire lo sviluppo turistico della città da qui in avanti, ed è importante anche per la vivibilità della comunità che la abita – ha detto l’assessore alle Infrastrutture -. Con questa operazione la strada, ex provinciale, oggi regionale, diventerà di unica competenza del Comune, che potrà disporne come meglio crede.

Il tracciato bypassa il centro e prevede una viabilità diversa per la sola Aquileia, di oltre 4 chilometri. Per quanto attiene ai tempi di realizzazione, si prevede un avvio delle pratiche di esproprio tra fine 2022 e inizio 2023. I finanziamenti, globali, per la variante (complessiva) ammontano a 28 milioni di euro.

Grazie alla nuova viabilità, verranno messe in sicurezza anche le zone urbanizzate di via Beligna, oggi sottoposte alla pressione e alla velocità del traffico veicolare. L’intervento andrà anche a risolvere l’annoso problema di accessibilità alla zona artigianale

Il sindaco Emanuele Zorino ha ringraziato la Regione e l’assessore Pizzimenti perché la cosiddetta “tangenziale est” potrà diventare realtà, col miglioramento della qualità della vita della comunità, la salvaguardia del patrimonio Unesco e la possibilità di ripensare radicalmente il funzionamento dell’attuale assetto urbano.

Share Button

Comments are closed.