01/10/2022

Lo scorso  week end due eventi hanno attirato fiumane di persone. la fiera di San Simone a Codroipo e la Festa della Zucca a Venzone a differenza di Ein Prosit, quest’anno ospitato a Udine, di grande qualità nel’offerta di programma, con decine di chef stellati e prodotti slowfood ma che rimane elitiario rispetto alla risposta popolare che meriterebbe ma che non ha. Scarsa se non nulla la presenza di austriaci, a dispetto del nome dell’evento enogastronomico. Se si guarda alla storicità di ein Prosit,giunto  alla sua ventunesima edizione, organizzato da sempre a Tarvisio e Malborghetto,  e alla scelta di aprire anche su Udine, motivata dagli organizzatori  con il livello raggiunto dall’evento nella suo essere internazionale, qualcosa non torna nei costi benefici.

Alla festa della Zucca, invece, l’affluenza è stata da record e – secondo l’assessore regionale Barbara Zilli – dovrebbe motivare gli organizzatori a raccogliere la sfida di prolungare di un giorno la festa. Un mix ideale di goliardia ed enogastronomia – ha detto l’Assessore – che ha richiamato le famiglie, giunte  anche da lontanto e con ogni mezzo, dal treno storico ai 23 convogli ferroviari speciali attivati appositamente, dalle auto private alla bicicletta utilizzando la ciclovia Alpe Adria.

Share Button

Comments are closed.