04/12/2022

Cari letteri e lettrici di euroregionenews. Una piccola riflessione. Noi ci siamo sempre occupati di vicende euroregionali e quindi locali se paragonate al mondo intero, ma l’euroregione di cui parliamo è comunque interconnessa  con il mondo, con la globalizzazione del consorzio umano…e  abbiamo sempre sostenuto la fondamentale importanza dell’audio e quindi delle parole più che delle immagini  per la trasmissione delle idee, della pacifica convivenza, ma ci sono casi in cui le parole finiscono o non sortiscono gli effetti desiderati e, in questo caso, le conseguenze le descrivono le immagini. Voglio dire che non ci sono parole per descrivere l’espressività della bambina del video che potete aprire al link. Il filmato, realizzato per Save The Children, racconta attraverso gli occhi di una bimba  l’impatto della guerra in Siria sui più piccoli, ma è messaggio che coinvolge tutti bimbi che nel mondo sono vittime della guerra. Il filmato ha creato un vasto movimento emotivo e sono oramai milioni le persone che l’hanno visto. Un video destinato alla società degli adulti affinchè capiscano cosa significhi precipitare per un bambino nell’incubo della violenza. Un video che va fatto circolare il più possibile e quindi anche noi ci sentiamo di invitare la nostra affezionata platea a condividerlo con quante più persone possibile.

Gianfranco Biondi

Share Button

Comments are closed.