02/02/2023

Il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha inviato in queste ore quattro missive indirizzate agli ambasciatori in Italia di Cina, Stati Uniti, Israele e Federazione Russa chiedendo aiuto per trovare contatti con aziende che si rendano disponibili ad allacciare rapporti commerciali per la fornitura di materiale sanitario.

Nella lettera all’ambasciatore della Repubblica popolare cinese in Italia, Li Junha, Fedriga fa appello alla necessità di “sconfiggere un nemico comune, che sta minando profondamente la vita economica e sociale dei nostri Paesi”.

Fedriga spiega ai diplomatici che la situazione in Friuli Venezia Giulia non è comparabile alla gravità di altre regioni dell’Italia settentrionale ma registra un costante aumento delle persone contagiate e di conseguenza un numero sempre maggiore di pazienti da sottoporre a cure mediche intensive.

Fedriga ha scritto, infatti, a Lewis Eisenberg, ambasciatore Usa in Italia, la cui ultima visita in regione risale al dicembre scorso. Nel corso di quella occasione ufficiale a Trieste, nel palazzo della Regione, Fedriga aveva riaffermato come il Friuli

Venezia Giulia volesse continuare ad avere un rapporto privilegiato con gli Usa basato sui legami strettissimi, testimoniati, ad esempio, dalla presenza ad Aviano della base Usaf.

Rivolgendosi all’ambasciatore d’Israele, Dror Eydar, invece, Fedriga ha ricordato lo stretto legame di cooperazione che si è creato con la Federazione delle autorità locali e con il suo presidente, Haim Bibas, nel corso della recente missione a Modiin Maccabim Rehut.

Infine, il governatore si è rivolto all’ambasciatore della Federazione Russa, Sergey Razov, richiamando gli altrettanti ottimi rapporti di collaborazione rinsaldati a settembre scorso nel seminario Italo-Russo tenutosi al palazzo della Camera di commercio di Trieste.

Share Button

Comments are closed.