01/04/2024

Ormai si ripete da qualche anno l’iniziativa che consente di ammirare e curiosare nei giardini di alcune delle più belle ville della nostra regione. Tutti hanno la possibilità di visitare i parchi di ville e castelli quasi tutti i giorni dell’anno. Miramare, Villa Manin, castello di Udine e tutte le strutture principali consentono sempre l’ingresso e spesso la visita è gratuita. Però ci sono altri giardini che meritano una visita sia perché curati sino all’ultima fogliolina, sia perché si tratta di parche seicenteschi con piante alte come palazzi.

Alcuni proprietari sono gelosi e non partecipano all’iniziativa, ma sono sempre più coloro che aderiscono consentendo, almeno per una domenica all’anno, l’accesso ai visitatori e sono anche disponibili a dare spiegazioni e raccontare vicende relative alla piantumazione, manutenzione e disavventure dei  loro giardini.

Da diversi decenni in Inghilterra, Francia, Austria e più recentemente anche in Slovenia organizzano eventi simili e anche più frequenti. In molti casi i giardini privati sono una grande risorsa per il territorio e contribuiscono alla valorizzazione del paesaggio.

Sin dal 2010 “GIARDINI APERTI” è supportato dall’Agenzia Turismo del Friuli Venezia Giulia. Ogni anno, a metà Maggio, i cancelli di oltre 60 giardini privati, sparsi su tutto il territorio della nostra regione, si aprono gratuitamente al pubblico di appassionati di giardinaggio, di fiori e del verde.

I giardini visitabili, di varie dimensioni e tipologie, sono luoghi creati e curati dai proprietari con grande passione e dedizione. L’iniziativa ha avuto un successo immediato, con una affluenza di visitatori di notevole entità, circa 250 persone, in media, per giardino. Ciò significa che a metà maggio, in Friuli Venezia Giulia, oltre 10.000 appassionati passeggiano fra piante e fiori. Anno dopo anno questa manifestazione diventa sempre più importante e di grande attrattiva turistica. Il Circolo di giardinaggio Amici in Giardino è fiero di questo risultato e conta, negli anni futuri, di proseguire con il coinvolgimento di un numero sempre maggiore di visitatori, sia italiani, sia stranieri.

Tra le dimore storiche normalmente accessibili solo in caso di eventi particolari, annoveriamo la residenza Tammaro a Santa Marizza di Varmo (UD). Conosciuta come il “Palassat” (palazzaccio) e Villa Bartolini – Tammaro, presenta un giardino ammirevole con piante che, per alcuni esemplari, vegetano lì da centinaia d’anni. La villa veneta circondata da questo giardino è attualmente in fase di restauro grazie al proprietario. che avvalendosi delle “Belle Arti”, con professionisti esperti, che con grande perizia e pazienza, stanno riportando alla luce le opere del ‘600  e ‘800. Rimuovendo il rivestimento di circa otto strati di malte spalmate negli ultimi quattrocento anni, stanno ripristinando l’antico splendore anche all’interno della villa.

Al momento l’opportunità di vederla da vicino e osservare arbusti e alberi come il meraviglioso Fagus Aspenifolia che regna maestoso di fronte l’ingresso della villa, a protezione della riservatezza per coloro che sbirciano dal cancello esterno, è di per sé meritevole di una visita.

Nel servizio video il proprietario Massimo Tammaro ci ha accolto nella sua Villa Bartolini – Tammaro, lui che in passato volò con le Frecce Tricolori, la Pattuglia Acrobatica Nazionale, di cui è stato pilota, leader e infine comandante, prima di divenire consulente esecutivo di Ferrari SpA prima in F1, poi in direzione HR, infine come responsabile di Enterprise Risk Management, che oggi sta sfogando la sua passione per l’arte in questa Villa Veneta nel Medio Friuli, tra un evento e l’altro come Advisor, Executive Coach e Speaker durante eventi privati e pubblici, in tutto il mondo.

Marco Mascioli

Share Button

Comments are closed.